E il caso approda anche in Regione

altL’altro fronte

Anche il consigliere regionale Daniela Maroni è intervenuta con forza sul tema delle multe ai commercianti da parte della Ica Srl. «Considerato il periodo di crisi, con i piccoli esercizi in grande sofferenza è inaccettabile quanto si sta verificando a Como – dice la Maroni – Mi chiedo perché il Comune debba delegare ad una società esterna la riscossione dei tributi, attività che fino allo scorso anno veniva gestita senza problemi dagli uffici comunali». Daniela Maroni individua inoltre

specifiche responsabilità.
«In Regione (nella foto, la sede) ci stiamo impegnando tutti per promuovere un modo nuovo di fare politica, più efficiente e più vicino ai reali bisogni della società lombarda – afferma – L’appalto affidato a Ica dimostra invece come gli amministratori di Como non seguano questa direzione e non vengano incontro agli esercenti, che inevitabilmente sono penalizzati». Il consigliere regionali annuncia pieno sostegno ai commercianti stangati. «Mi chiedo il motivo per cui questi accertamenti non siano stati comunicati preventivamente – conclude la Maroni – Spero che vengano eseguite delle verifiche più approfondite, in linea con le normative vigenti, e senza calcare la mano sulle sanzioni, laddove vengano accertate».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.