È un fiume di cocaina, altri due fermi

Guardia di finanza di Erba

Un migliaio di dosi di cocaina vendute ad almeno una cinquantina di consumatori per un giro di oltre 40mila euro.
L’operazione della guardia di finanza di Como denominata “Sottobosco”, che già all’inizio dell’anno aveva portato a cinque arresti eseguiti dalle fiamme di gialle di Erba, è proseguita con nuove indagini estese anche alla zona di Lecco ed è sfociata in due nuovi provvedimenti restrittivi nei confronti di un 24enne marocchino e di una connazionale 25enne.
Le indagini delle fiamme gialle hanno portato alla luce un vasto traffico di cocaina e, dopo gli arresti sul fronte comasco, sono proseguite sul versante orientale del Lario con il coordinamento della Procura della Repubblica di Lecco. Dopo i provvedimenti restrittivi del giudice per le indagini preliminari di Como sono stati individuati due marocchini la cui posizione è stata vagliata dal giudice di Lecco, che nei giorni scorsi ha firmato le nuove misure cautelari.
Un 24enne marocchino, già condannato per spaccio e sottoposto all’obbligo di firma si è visto notificare un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dai finanzieri di Erba, che lo hanno trasferito al Bassone il giorno del suo compleanno.
Obbligo di dimora e divieto di uscire dalla sua abitazione nelle ore serali invece per una 25enne marocchina, incensurata.
Le fiamme gialle hanno ricostruito 983 cessioni di dosi ad almeno 45 clienti per un totale di circa 400 grammi di droga.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.