Ecco i nomi di Nuovo Centrodestra

altUna ventina di comaschi alla convention di Roma. Ci sono Bruni, Tambini, D’Alessandro e Laura Bordoli

(e.c.) Prende forma anche sul Lario l’ossatura fondamentale di Nuovo Centrodestra, il partito nato dalla scissione del Pdl e guidato dall’ex delfino di Silvio Berlusconi, Angelino Alfano. Ieri, alla convention romana del nuovo soggetto politico che ha tracciato il percorso da qui alla prossima primavera per completare la fondazione del partito, ha partecipato anche una pattuglia di comaschi. Una ventina, più o meno, i lariani, tra i quali nomi noti e meno noti, ma comunque in prevalenza amministratori

locali.
Nel drappello dei volti più conosciuti, spiccavano senza dubbio quelli dell’ex sindaco di Como Stefano Bruni, dell’ex assessore provinciale Patrizio Tambini (entrambi esponenti dell’ala ciellino-formigoniana dell’ex Pdl), dell’ex assessore comunale e attuale vicepresidente di Acsm Agam, Umberto D’Alessandro, e anche quello dell’ex candidata a sindaco di Como nel 2012, Laura Bordoli. La vera novità della giornata, quest’ultima, visto che, dalle dimissioni da capogruppo comunale dell’ormai sparito Pdl, lei stessa non aveva dato particolari indizi sulla possibile adesione a nuovi movimenti. Un anno fa si era parlato per qualche giorno di alcuni contatti con Fratelli d’Italia, ma poi non se ne fece nulla. Ora – pur non potendo parlare di un’adesione formale a Nuovo Centrodestra – la scelta della Bordoli sembra comunque più vicina. Dettaglio da non sottovalutare, questo, anche per i possibili riflessi diretti sulla composizione del consiglio comunale di Como.
A Palazzo Cernezzi, infatti, ha già aderito al movimento creato da Angelino Alfano l’ex Pdl ed ex An Francesco Scopelliti. Nelle ultime ore, inoltre, i rumors davano come possibile aderente a Ncd anche il consigliere Enrico Cenetiempo. In questo caso, quindi, nell’aula consiliare potrebbe nascere a tutti gli effetti il gruppo consiliare autonomo di Nuovo Centrodestra.
Tornando alla convention svolta a Roma, tra gli altri partecipanti figurano il sindaco di Gravedona ed Uniti, Fiorenzo Bongiasca, e l’ex presidente del consiglio comunale di Mariano Comense, Franco Orsi. Presenti pure due ex presidenti di Circoscrizione di Como, ossia Paolo Bortolotti e Mario Pitassi, oltre ad Alessandro Falanga, direttore del Consorzio del Lario e dei Laghi minori. Assente – ma da annoverare tra le file del nuovo soggetto – il sindaco di Arosio, Antonio Pozzi.
Patrizio Tambini, al termine della giornata, ha fatto il punto della situazione sui prossimi movimenti di Ncd in provincia di Como.
«Ora si costituiranno i circoli territoriali – afferma l’ex assessore provinciale del Pdl – Poi ognuno di essi eleggerà il presidente, che sarà delegato all’assemblea costituente annunciata da Alfano per il prossimo mese di marzo».
Peraltro, ad oggi non si può parlare di un vero e proprio tesseramento di Nuovo Centrodestra.
«In effetti è stato lo stesso Alfano a chiarire questo punto – osserva Tambini – Per ora chi ha presenziato alla convention è tra i fondatori del nuovo partito. Poi, con il tempo, si valuterà come organizzare in maniera sistematica le adesioni».
Rispetto allo strappo con l’altra metà del Pdl, ossia la rinata Forza Italia voluta da Silvio Berlusconi, Tambini sottolinea che «le differenze principali vertono sulla nostra decisione di evitare una crisi di governo che non avrebbe giovato ad alcuno e sui toni moderati e non estremisti che, purtroppo, hanno caratterizzato l’ultima fase dell’ex Pdl».

Nella foto:
Una foto d’archivio, con Laura Bordoli e Angelino Alfano giunto sul Lario per le comunali 2012

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.