Edilizia popolare, pochi abusivi ma cresce il numero dei morosi

altPronto un dossier curato dall’assessore Marcello Iantorno
«Fortunatamente a situazione delle case comunali non è grave come a Milano, neppure in proporzione». L’assessore al Patrimonio, Marcello Iantorno, interviene su un tema di estrema attualità, come l’occupazione delle case popolari da parte di abusivi. Un fenomeno che, come da alcuni giorni sta dimostrando un’inchiesta del “Corriere della Sera” ha assunto su Milano dimensioni drammatiche. «Gli abusivi vero e propri sono meno di una decina» dice Iantorno che proprio in questi giorni sta ricevendo

dagli uffici l’esito di un’indagine capillare sul settore, che verrà presto presentato in giunta. «Di recente abbiamo fatto liberare sei appartamenti con l’intervento della polizia locale e della Questura in via San Bernardino da Siena. I casi di effrazione non possono essere tollerati. Le altre occupazioni di persone che non hanno titolo per dei locali comunali durano invece da anni e stiamo cercando di intervenire anche lì».
Sul fronte dei morosi la situazione è invece meno rosea. «Anche in questo caso i numeri di Como non sono quelli di Milano, neppure in proporzione – dice Iantorno – Lì si parla di 300 milioni di euro. Dal 2010 anche in città la situazione è peggiorata. Ci sono persone che hanno debiti di 1.000 euro, ma anche di 15mila».
«Anche questa mattina – dice Iantorno – abbiamo incontrato delle famiglie, per avere un preciso quadro sociosanitario ed economico dei morosi. C’è chi ha da poco perso un posto di lavoro, con minori a carico e persone invalide. E il Comune deve mostrare tutta la sua comprensione. Ma ci sono anche quelli che chiamo morosi furbi. Loro devono rientrare dai debiti altrimenti dovremo procedere con gli sfatti. Abbiamo presentato piani di rientro mensili».
I canoni delle case comunali possono essere anche simbolici, di 20 euro al mese, ma spesso sono le spese condominiali e le utenze a creare i problemi maggiori.

Nella foto:
Polizia locale e di Stato hanno effettuato sgomberi in via San Bernardino da Siena

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.