Emanuele Severino, ricordi del suo passaggio a Como

Emanuele Severino, filosofo

Non amava il clamore mediatico ma non si sottraeva all’incontro con il pubblico. La sua voce pacata e ferma, specchio di un pensiero solido, coerente, universale mancherà anche a Como, città che lo ha visto ospite in numerose occasioni. Il filosofo Emanuele Severino, tra i più importanti filosofi teoretici in Occidente, scomparso il 17 gennaio scorso (l’annuncio della morte è stato dato a funerali avvenuti) ha lasciato numerosi ricordi. Fu ospite dell’associazione Il Paguro che per il ciclo “Tra Oriente e Occidente” lo ebbe come relatore su un argomento che non cessò mai di indagare: il rapporto tra l’uomo e la tecnica. Per la rassegna Parolario, nel 2008, ebbe un illuminante confronto con Edoardo Boncinelli e Armando Torno intorno al rapporto tra etica e scienza. Nel 2011, invitato a parlare a Confindustria, in un’intervista al Corriere di Como ammoniva: «L’obiettivo finale di ogni forma di capitalismo non è il miglioramento della qualità della vita o dell’ambiente, ma è la crescita indefinita del profitto. Ma se si agisce affinché l’obiettivo finale sia il benessere dell’umanità, si agisce per far diventare il capitalismo qualcosa di diverso da ciò che esso è, ossia si agisce per distruggerlo». Il sociologo comasco Paolo Ferrario, curatore del blog del sito emanueleseverino.com lo conobbe a Pistoia, nel 2010: «Rimasi folgorato dalla sua capacità di comunicazione, per me che non avevo una formazione filosofica fu l’inizio di un cammino nel suo pensiero che continua ancora oggi, e che mi permette di leggere il presente in ambiti diversi, dalla geopolitica alle religioni alla scienza».
«Il sito creato da Vasco Ursini è in testa nei motori di ricerca e il blog che ne è scaturito è divenuto una fonte per ricercatori e commentatori – aggiunge Ferrario – è il segno che il pensiero di Severino è un nutrimento che continuerà».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.