Ematologia clinica, simposio al Palace

alt

Lunedì prossimo nel capoluogo

Gratuità, solidarietà e impegno verso i malati: è appena nata, ma ha già grandi e nobili obiettivi, l’associazione “CHO – Como Hematology and Oncology”, sorta nel contesto dell’ospedale Valduce di Como (foto). Medici, volontari ed ex pazienti sono uniti dalla comune amicizia per la scomparsa Francesca Benzoni – cui è dedicata l’associazione – Proprio da lei hanno raccolto il testimone per creare un progetto volto a migliorare la qualità della vita dei pazienti oncologici ed ematologici

e dei loro familiari. Presidente è il dottor Roberto Cairoli, primario di Medicina all’ospedale Valduce, alle spalle vent’anni al Niguarda, mentre il sodalizio è stato fondato da Daniela Barattieri e Maria Duro. La cura dei pazienti oncologici è difficile e delicata. L’attenzione e la cura, anche psicologica, del malato devono essere garantite, così come la professionalità nell’assistenza. Tanti i fini della CHO (che ha sede al Valduce, info: 031.32.44.19; email associazione.cho@gmail.com): dal semplice servizio di trasporto di provette al supporto psicologico ai pazienti, dall’attività di informazione e prevenzione a corsi e seminari di aggiornamento. Il sodalizio promuove per lunedì prossimo, 13 gennaio, al Palace Hotel di Como, la seconda edizione delle “Lezioni di ematologia clinica” dedicate quest’anno al tema “I linfomi non Hodgkin di derivazione T Linfocitaria”. La partecipazione al simposio che è in programma in lungo Lario Trieste 16 è gratuita. Obiettivo dell’iniziativa è aggiornare sotto il profilo diagnostico e terapeutico medici e specialisti sul tema trattato, con la presenza di relatori e moderatori di alto profilo culturale. Il convegno partirà alle 13.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.