Emergenza Coronavirus e sport. Allenamenti casalinghi per i campioni del remo

Arianna Noseda allenamento

Mentre il gruppo olimpico si allena in maniera blindata a Sabaudia, nel rispetto delle prescrizioni del Governo, tutti gli altri protagonisti del canottaggio in queste giornate difficili per l’emergenza Coronavirus sono costretti a trovare soluzioni alternative per mantenere la forma, nell’attesa che l’attività possa riprendere.
Con i circoli per forza di cose chiusi, per i protagonisti dello sport del remo – se si escludono quelli a Sabaudia – l’unica opzione è quella di proseguire con sedute nella propria abitazione.
Non fa eccezione una campionessa come Arianna Noseda, classe 1997, cresciuta nella Canottieri Lario e da questa stagione tesserata anche per le Fiamme Rosse, il gruppo sportivo dei vigili del fuoco.
La lariana – due titoli mondiali per lei nella scorsa stagione – si è riorganizzata nella sua casa in città – come testimoniano le immagini – con un remoergometro e pesi; alla preparazione con questi strumenti aggiunge anche esercizi fisici e corsa. «Ogni sera mi viene predisposto un programma – spiega – e il giorno dopo svolgo il lavoro che mi è stato indicato».
Allenamenti che proseguono in attesa di conoscere l’evoluzione della situazione, certo non facile. Negli scorsi giorni la Fisa, la Federazione Internazionale di Canottaggio – in accordo con la Federazione Italiana Canottaggio, le città di Sabaudia, Varese e Gavirate e i rispettivi comitati organizzatori locali – hanno annullato le due prove di Coppa del Mondo di Sabaudia (previste dal 10 al 12 aprile) e di Varese (1-3 maggio). Stop anche alla Regata europea di qualificazione olimpica e paralimpica di Varese (27-29 aprile) e alla gara finale di qualificazione paralimpica di Gavirate (8-10 maggio).
A livello locale, nel canottaggio a sedile fisso, oltre alla cerimonia di premiazione dei campioni comaschi, prevista per sabato, è saltata anche la regata di zona di Carate Urio che era stata messa in calendario per domenica 5 aprile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.