Emilio Alberti, prorogata la mostra di Albese

Opera di Emilio Alberti- FONTANA, Acrilici, stucchi, alluminio su tela, cm 120x100, 2019

Il tema dell’acqua, oro blu la cui assenza condanna interi popoli a migrazioni drammatiche se non tragiche, è al centro della nuova mostra personale dell’artista comasco Emilio Alberti, da sempre affascinato dai temi ecologici.
Alberti mostra dopo mostra si fa sempre più consapevole portavoce di un’arte che vada dritta all’obiettivo e che tutti possono capire, e che abbia anche un significato per la vita collettiva. Le sue opere sono superfici materiche, che invitano alla riflessione, quasi ipnotiche nel loro persistente magnetismo tutto giocato su colori freddi.
Il progetto a cura del critico d’arte e gallerista lariano Michele Caldarelli, responsabile con la moglie Rosabianca Mascetti della galleria “Il Salotto” di via Carloni a Como, si intitola appunto “Acqua” ed è un omaggio allo scrittore e nobile comasco Benedetto Giovio. Va in scena al “Museo Etnografico e dell’Acqua” di Albese con Cassano in via Roma 23. La data di chiusura è stata posticipata al 1° marzo prossimo.
La mostra è visitabile martedì, giovedì e sabato dalle 16 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19 con ingresso libero.
La mostra “Acqua” è stata recentemente allestita a Palazzo Pretorio di Chiavenna e in precedenza le opere di Alberti sono state esposte al Broletto a Como, al Castello di San Pelagio presso Padova, a Palazzo Ducale di Revere, Mantova, alla Fondazione Extrafid di Lugano. Mostre ogni volta rinnovate e arricchite di nuovi spunti e sollecitazioni secondo un modello di esposizione itinerante caro a Michele Caldarelli e già sperimentato con un altro artista lariano, lo scultore Paolo Barlusconi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.