Erba piange per l’incidente di Katia sul Monte Legnone. Oggi l’ultimo saluto

L'elisoccorso in azione

Una domenica di sole in alta montagna che finisce in tragedia. Non ha avuto scampo, domenica pomeriggio, Katia Bertuzzo, 44enne di Erba drammaticamente scivolata durante un’escursione sul Monte Legnone, l’imponente vetta dell’Altolario, sul versante della provincia di Lecco a oltre 2.600 metri d’altitudine. Katia era molto conosciuta in città, dove era nata, cresciuta e lavorava, in un’autoscuola da oltre vent’anni.
Per cause ancora in corso di accertamento, la donna – probabilmente dopo essere scivolata su una lastra di ghiaccio – è precipitata per quasi 200 metri lungo un canalone.
Un volo che non le ha lasciato scampo. Il compagno di escursione ha chiamato subito i soccorritori.
L’elisoccorso è partito alle 13.30 da Como, grazie alla buona visibilità il corpo è stato avvistato dopo poco, ma non si è potuto fare altro che constatare il decesso della donna e recuperarne le spoglie.
Appassionata di montagna e di viaggi, Katia era cresciuta nella parrocchia di San Maurizio, a Erba, in località Canterana.
Viveva con la madre, rimasta sola da pochi anni, dopo la scomparsa del padre. Lascia anche un fratello e gli adorati nipoti. Oggi in tanti le vorranno dare l’ultimo saluto.
Il funerale è fissato alle 14.15 in Prepositura.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.