Escalation di furti nelle case di San Fermo. Il sindaco Mascetti: «Paese sotto assedio»

San Fermo della Battaglia

«Siamo sotto assedio». È l’appello lanciato su Espansione Tv da Pierluigi Mascetti, primo cittadino di San Fermo della Battaglia, il paese alle porte di Como più volte bersagliato durante le festività natalizie dai ladri di appartamento.
Solamente martedì sera – come spiega proprio il sindaco – i malviventi avrebbero cercato di entrare e in un paio di casi vi sono riusciti in ameno quattro case.
I topi di appartamento si sono concentrati nella zona di via Roccolo, a Cavallasca. Nei giorni precedenti, identiche segnalazioni erano giunte anche via Cavour, da tutta la zona di San Rocco, da via Per Montano, solamente per citare gli episodi più allarmanti.
Su Facebook , i cittadini di San Fermo e Cavallasca si dicono esasperati. La pagina di “Se sei di San Fermo della Battaglia” sembra un bollettino di guerra. “Stanotte i ladri in via Cavour”, “Ancora ladri in via Roccolo”. I primi episodi sono stati segnalati prima di Natale, quindi durante le feste, ma anche nel corso della settimana. C’è chi chiede un intervento diretto del sindaco del paese, Pierluigi Mascetti.
«Le forze dell’ordine sono collaborative e rapide, ma evidentemente siamo sotto assedio – commenta Mascetti – per questo motivo ho intenzione di scrivere anche al Ministero dell’Interno. È una situazione davvero allarmante».
Il territorio potrebbe trovare una sponda direttamente al Viminale, poiché il sottosegretario all’Interno è il comasco Nicola Molteni.
«I ladri stanno visitando casa per casa – continua il sindaco – serve un intervento energico per tranquillizzare i cittadini e fermare questa tempesta di furti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.