Estate in ritardo, invasione di insetti sul Lario

Spuntano tra l’erba del giardino, camminano tra le foglie delle piante, ronzano ovunque, negli spazi aperti ma pure in casa. La (fastidiosa) sensazione è una constatazione comune, «siamo invasi dagli insetti». Che non si tratti di un’idea banale, di una chiacchiera da bar, ma di un fatto reale, con un fondamento scientifico, lo dice l’entomologo Mario Colombo: «È un fatto fisiologico legato alle temperature», dice l’esperto.

L’aumento esponenziale registrato negli ultimi giorni riguarda un po’ tutte la categorie di insetti, volanti e non. «Gli insetti, per dirla in modo molto semplice anche se non proprio scientifico, hanno bisogno di energia esterna per attivarsi – spiega Mario Colombo – Le funzione principali della massima parte degli invertebrati avvengono nel periodo caldo. In termini pratici, avviene che le temperature elevate accelerano i tempi di sviluppo dei questi esseri viventi».

Maggiori particolari sull’edizione del Corriere di Como di venerdì 19 luglio 2013

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.