Eventi di Natale, nuova prova traffico. Appello del sindaco agli altri Comuni «Chiedete di usare i mezzi pubblici»

Traffico nel giorno della Immacolata Concezione

Broletto spento, più treni e più battelli, più agenti (polizia locale e stradale) per la viabilità, transenne e percorsi guidati per i pedoni.
L’emergenza Natale a Como viene affrontata da oggi al pari di un evento di grande richiamo di pubblico quale può essere il concerto di una rockstar o una partita di calcio con tifoserie acerrime rivali. Lo ha richiesto il Comitato Ordine e Sicurezza pubblico, in una doppia convocazione su questo tema, prima in Prefettura poi in Questura.
Il sindaco di Como, Mario Landriscina, ieri ha scelto di giocare anche sulla sensibilizzazione dei “colleghi”.
Ha fatto un appello alle amministrazioni dei comuni limitrofi affinché i loro residenti utilizzino maggiormente i mezzi pubblici. Lo stesso aveva fatto con gli abitanti del capoluogo.
Difficile capire quanto possa essere efficace questo appello e come gli amministratori di Lipomo, Grandate, Villa Guardia, Capiago o Moltrasio possano invitare i residenti, con un preavviso così breve, a utilizzare autobus, treni e battelli. Ma anche questo tentativo è stato fatto. Oggi piano e contropiano per reggere l’afflusso in città sono chiamati alla prova.
La massiccia presenza dei tutori dell’ordine sulle vie di accesso alla convalle dovrebbe comunque essere garanzia di disagi minori rispetto all’ultimo weekend. Giornate in cui il centro di Como è arrivato a sopportare, secondo le stime, qualcosa come 80mila ingressi in poche ore. Come se i residenti di tutta Como fossero raddoppiati nel pomeriggio di sabato e di domenica scorsi.
Un afflusso non più sostenibile, anche alla luce dei recenti drammatici fatti internazionali, che hanno nuovamente posto l’attenzione sul rischio attentati su tutti gli obiettivi sensibili.
I mercatini e gli eventi di Natale a Como in ogni caso non si fermano. Vengono applicati dei correttivi, per le auto e per i pedoni. Il tentativo è fermare i flussi di veicoli prima del loro arrivo in convalle, deviandoli nei parcheggi del Valmulini (dove sono confermate le navette) e di Cernobbio-Tavernola per l’utilizzo di battelli.
Nel pomeriggio di oggi e di domani viene inoltre spento il “Magic Light Festival sulla Torre del Broletto”.
«Ottempereremo a tutte le prescrizioni avute dal questore durante la riunione tecnica – hanno ribadito ieri dal Consorzio Como Turistica, organizzatore della manifestazione – quindi verrà sospesa la proiezione animata».
Le altre luminarie rimangono invece accese.
In parallelo, Palazzo Cernezzi promuove altri eventi nelle sette vie dello shopping del bando del Distretto urbano del Commercio. Spettacoli e animazioni in via Borgovico Vecchia, dove la strada rimane aperta. Sui palazzi le immagini dal racconto illustrato “I viaggi di Gulliver” dell’artista comasco Libico Maraja.
In via Garibaldi, 30 alberi tra tigli, gelsi, lauri e aceri, sono illuminati con oltre tre chilometri di filamenti a led per creare un’atmosfera unica e un grande palazzo illuminato a inizio via. Tra il Teatro Sociale e via Vittorio Emanuele vi è la galleria floreale con archi vegetali illuminati. Anche in via Giulini sono previsti mercatini artigianali, laboratori artistici, trucco e parrucco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.