Evento comasco, torna a colori il mitico Zagor

Copertina di Zagor di agosto firmata da Alessandro Piccinelli

Nuovo exploit dell’artista comasco Alessandro Piccinelli, autore amatissimo dal pubblico dei fan del fumetto della serie di “Zagor” edita da Sergio Bonelli di Milano. Piccinelli condivide la fama con un altro artista comasco molto amato dagli appassionati di fumetti doc made in Italy ossia Claudio Villa, che è lo storico autore delle copertine di “Tex”.
In arrivo oggi in edicola il nuovo numero del mensile dedicato all’eroe con la scure, con la copertina firmata da Piccinelli. Che su Facebook, sulla sua pagina personale, ha già anticipato un evento, ossia l’uscita dell’albo “Color Zagor” che avrà 128 pagine e sarà come ovvio tutto a colori e che è atteso in edicola nel mese di dicembre.
Il prossimo mese segnerà, per la serie dedicata da Bonelli a Zagor, anche l’inizio di una nuova avventura, ossia una nuova storia a puntate che durerà fino a febbraio. Il primo albo della serie, di cui anticipiamo la copertina in questa pagina, sempre made in Piccinelli, si intitolerà Benvenuti a Heavenwood.
Sinistri presagi (in sintonia con quanto accade fuori dal mondo fantastico del fumetto ossia nella vita reale alle prese con il coronavirus) albergano invece nell’albo di novembre di “Zagor” intitolato La sindrome di Beelzebul, e presentato sul sito dell’editrice Bonelli come «una missione senza speranza per lo Spirito con la Scure».
Avevamo lasciato in effetti Zagor alle prese con una epidemia di zombie ed ecco che, nella storia ideata da Samuel Marolla con disegni di Paolo Bisi, l’eroe con la scure deve affrontare un’orda di invasati, una minaccia davvero apocalittica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.