Fai, torna il censimento dei “Luoghi del Cuore”

La Vetta della Sighignola di Lanzo Intelvi votata in passato per i “Luoghi del Cuore” e riqualificata con la nuova terrazza panoramica

Al via la campagna 2020 dedicata alle bellezze montane e alla cura della salute

Con la campagna “I Luoghi del Cuore” il Fai – Fondo Ambiente Italiano – invita, anche da casa, a prendersi cura della bellezza del proprio territorio. È partito ieri il censimento dei luoghi da salvare, proteggere o valorizzare perché poco noti, a cui tutti possono aderire. Quest’anno, per sottolineare l’importanza del “prendersi cura”, il Fai punta sui “Luoghi storici della salute”, così da recuperare quei beni architettonici e naturalistici che hanno radici nel nostro passato, e che oggi, a fronte dell’emergenza sanitaria, sono divenuti presidi a tutela di tutti. La seconda sezione del censimento riguarda invece l’“Italia sopra i 600 metri” e raggruppa quei luoghi che appartengono alle aree montane del Paese di cui anche il Lario è ricco.
La decima edizione del censimento “I Luoghi del Cuore”, realizzata in collaborazione con Intesa Sanpaolo, si concluderà il 15 dicembre 2020. Tutti i cittadini, in Italia ma anche all’estero, sono invitati a votare i luoghi che amano di più e che vorrebbero vedere tutelati e valorizzati.
“Un’opportunità per ciascuno di noi di esprimere il sentimento appassionato che ci lega al Paese più bello del mondo – è l’auspicio del Fai – lo stesso di cui abbiamo tanto sentito la mancanza. Proprio ora, mentre i musei, i monumenti e i beni del Fai sono ancora necessariamente chiusi, possiamo continuare a prenderci cura, tutti insieme, del nostro territorio e dei suoi tesori”.
Dal 2003, anno della sua prima edizione, “I Luoghi del Cuore” ha ottenuto risultati eccezionali: ben 119 progetti di recupero e valorizzazione di luoghi d’arte e di natura in 19 regioni. Iniziative che hanno riguardato anche il territorio lariano come, ad esempio, la riqualificazione della vetta della Sighignola a Lanzo Intelvi nel 2012.
Quest’anno con l’“Italia sopra i 600 metri”, si punta sulle aree interne montane del Paese, di cui la Fondazione si sta occupando anche attraverso il Progetto Alpe, e che coprono il 54% del territorio nazionale. Spesso si tratta di zone in sofferenza per la carenza di servizi e infrastrutture.
Con i “Luoghi storici della salute” si punta a recuperare quei beni e luoghi che raccontano quanto il benessere di corpo e mente abbia radici antiche nel nostro Paese: una tradizione secolare che spazia dalle terme romane alle farmacie storiche, dagli ospedali nati nel Rinascimento ai padiglioni di fine 800 e inizio Novecento. Tanti i testimonial vip del censimento: Alessio Boni, Paolo Calabresi, Cristiana Capotondi, Flavio Insinna e Stefano Fresi. Come di consueto, i luoghi più votati verranno premiati, a fronte della presentazione di un progetto concreto: 50mila euro, 40mila euro e 30mila euro saranno assegnati al primo, secondo e terzo classificato, mentre il luogo più votato via web diventerà protagonista di un video realizzato a cura della Fondazione. Info: www.iluoghidelcuore.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.