Fair play: il Panathlon premia Cova, Borgonovo, Volley Cabiate e Aso Alzate

Antonio Spallino Pietro Mennea Alberto Cova

Quella con i premi per il fair-play è una tradizione consolidata per il Panathlon di Como. La cerimonia si sarebbe dovuta svolgere lo scorso fine settimana, ma, come per tanti altri eventi, l’incontro è saltato a causa dell’emergenza per il Covid.
Un momento che avrebbe avuto ancora più valore in questo 2020, considerato che sarebbe stata una occasione per ricordare Tullio Abbate, il compianto pilota e costruttore scomparso il 9 aprile, che un anno fa aveva ricevuto il riconoscimento da parte dell’associazione assieme alla campionessa di handbike Roberta Amadeo e al giocatore dell’Ardita Marco Peloso.
Si è trattato dell’ultima consegna con Achille Mojoli alla presidenza, poi il passaggio di consegne con l’attuale guida, Edoardo Ceriani.
La cerimonia 2020, in ogni caso, non è stata annullata. È stata rinviata al prossimo anno quando – è la speranza di tutti – i tempi saranno più propizi.
Il Panathlon Como ha in ogni caso comunicato i nomi dei premiati: Alberto Cova, Giovanni Borgonovo e Pallavolo Cabiate. Ci sarà inoltre una menzione speciale per i giovani calciatori dell’Aso Alzate Brianza.
Per Cova, il riconoscimento sarà alla carriera: nel suo palmarès spiccano gli ori a Olimpiadi, Mondiali ed Europei sulla distanza dei 10mila metri di atletica. Borgonovo, canottiere, al Trofeo Villa d’Este 2019 ha ammesso un taglio di percorso nella gara che aveva in teoria vinto, mentre la Pallavolo Cabiate è stata scelta per aver sottoscritto una carta etica per atleti, tecnici e dirigenti e famiglie. Significativa la motivazione che riguarda la squadra di Alzate, che ha accettato di buon grado di ospitare per gli allenamenti i giocatori di pari età della vicina Ac Albavilla, che all’improvviso si erano ritrovati senza campi da gioco.
«Abbiamo una grande forza che ci permette di non fermarci mai – ha sottolineato il presidente Ceriani – Grazie allo straordinario lavoro dell’apposita Commissione Fair play, che non finirò mai di ringraziare, Roberta Zanoni e i suoi componenti sono riusciti a portare in fondo anche le assegnazioni di quest’anno disgraziato. Cova, Borgonovo, la Pallavolo Cabiate – insieme alla menzione per i pulcini dell’Alzate – rappresentano, anche questa volta, scelte di alto profilo, che danno lustro al nostro club». Una curiosità, infine, il Panathlon Como sulle sue pagine “social” ha pubblicato una immagine d’epoca – sopra – dal grande valore simbolico: una premiazione al Campo Coni di Camerlata con Antonio Spallino, fondatore del Panathlon Internazionale e dell’associazione cittadina, Pietro Mennea e proprio Alberto Cova. Una foto dall’archivio della famiglia Spallino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.