Festività natalizie, parcheggi gratis per un’ora: oggi a Varese si voterà una mozione ad hoc

Varese Municipio

Parcheggi gratis in centro, per un’ora, nel periodo delle festività.
Idea folle o utile per commercianti e clienti e dunque per l’economia? Difficile dare una risposta univoca, rimane però il fatto che in diverse città lombarde, e non solo, già avviene e questa sera in consiglio comunale a Varese verrà discussa e votata una mozione proprio su questo tema. E a Como? La proposta sembra piacere anche se con alcuni distinguo.
È però necessario partire da quanto potrebbe accadere lunedì nella città giardino, che così viene spiegato da Piero Galparoli, consigliere di Forza Italia nonchè firmatario del documento. «Si tratta di una proposta per cercare di favorire lo shopping nel periodo delle feste natalizie e anche in vista dei saldi – spiega Galparoli – Parlando con i commercianti del centro sembra piacere molto l’idea». E infatti già diversi esercenti hanno fatto sapere che sicuramente parteciperanno alla seduta di consiglio comunale. «La proposta prevederebbe la gratuità dei parcheggi per un mese, dal 15 dicembre al 15 gennaio, e l’istituzione della sosta regolata con disco orario (massimo un’ora), in tutta l’area centrale – dice Galparoli – In altre città, da Lodi a Mantova e Crema, è già stato sperimentato con ottimi riscontri».
Passando da una realtà come quella di Varese che, seppur certamente turistica, non è però sicuramente ai livelli di Como, meta sempre più gettonata da visitatori tanto italiani quanto internazionali, ecco che l’idea varesina suscita interesse, a partire da Confcommercio Como. «La proposta è sicuramente valida e non sarebbe neanche una novità per la nostra provincia – spiega il presidente di Confcommercio Como, l’avvocato Giovanni Ciceri – In passato come Fipe (federazione pubblici esercizi), venne presentata e realizzata a Erba che è certamente una realtà più ristretta rispetto a quella comasca, questo è fuori di dubbio, ma ebbe successo grazie ai parcheggi gratis per le feste e in certi giorni e orari».
Un dibattito che si innesta proprio a ridosso di uno dei periodi, quello natalizio appunto, di maggior richiamo in città, con conseguenti problemi viabilistici. «Si tratta di un’idea che andrebbe sviluppata e magari modellata sulle necessità di una realtà come è la nostra – precisa sempre Ciceri – E così se magari potrebbe rivelarsi complicato, visti gli eventi e le varie manifestazioni natalizie, metterla in pratica proprio nei giorni che precedono il Natale, perchè non prevederlo per gli altri fine settimana e soprattutto per i giorni feriali? Ciò spingerebbe molte persone in città per fare shopping anche durante la settimana, senza trasformare il centro in un vero incubo durante i week end».
Più scettico ma comunque aperto alla valutazione anche il presidente di Confesercenti Como, Claudio Casartelli. «Si tratta sicuramente di una proposta forte. Anche perchè andrebbero fatti bene i conti dei mancati introiti derivanti dalla sosta. Ma da questa riflessione potrebbe derivare la spinta a ragionare su come favorire una maggior rotazione della sosta. Su un ricambio, specialmente in centro, delle auto parcheggiate per evitare che alcuni lascino l’auto in sosta per giornate intere», spiega il presidente Casartelli.
L’ultima opinione arriva dall’Associazione civica utenti della strada (Acus). «Tema delicato. Potrebbe essere utile per porre una questione magari più ampia: ovvero come gestire il flusso delle auto in situazioni particolari come le festività – spiega il presidente di Acus, Mario Lavatelli – Forse prevedere la gratuità sarebbe troppo complesso e oneroso ma magari perchè invece non ipotizzare – sempre in certi periodi – una riduzione dei costi della sosta? Potrebbe essere utile sia per i commercianti che per i clienti che per le casse del comune, che vedrebbero comunque degli introiti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.