Cronaca

Finisce in aula il dramma nel cantiere di Solzago

alt

Incidente mortale sul lavoro nel 2011

(m.pv.) È finita in aula ieri mattina la vicenda del tragico incidente sul lavoro andato in scena a Solzago di Tavernerio il 18 marzo 2011. In quel pomeriggio di una splendida giornata di sole, all’interno del cantiere di una casa in completa ristrutturazione affacciata su piazza Borella, un ballatoio cedette trascinando con sé tre operai sul quale stavano lavorando. A morire sul colpo, schiacciato

dalle pesanti lastre di oltre quattro metri di lunghezza, fu Raffaele Russo, 67 anni di Orsenigo, ovvero il titolare dell’impresa all’opera nel cantiere. Un 58enne di Asso rimase a sua volta ferito in modo gravissimo come pure l’ultimo operaio, un 36enne di Ponte Lambro, che si ruppe il bacino. Il figlio della vittima, contitolare della ditta, ha patteggiato 8 mesi ed è uscito dalla dolorosa vicenda, mentre in aula è rimasto l’ingegnere responsabile della sicurezza del cantiere, un 38enne di Monza. L’accusa è omicidio colposo. La sentenza è attesa per il prossimo 12 febbraio.
I due operai feriti nell’incidente si sono costituiti parte civile assistiti dagli avvocati Massimo Ambrosetti e Roberta Annoni.

Nella foto:
I vigili del fuoco dove è avvenuto il crollo nel cantiere di Solzago di Tavernerio
15 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto