Fioriere spostate in piazza Cavour. Allarme sicurezza dei commercianti

Elena Negretti

Da una parte i new jersey di cemento armato e di grande impatto visivo. Invalicabili. Baluardi antiterrorismo, almeno secondo le più recenti normative in termini di sicurezza emanate dopo gli attentati degli scorsi anni in varie città europee. Dall’altra parte, le fioriere. Di ingombro e peso assai minori, che possono essere spostate senza eccessiva difficoltà.
Sono le due facce di piazza Cavour, da sempre ritenuta il salotto buono di Como e invasa da comaschi e turisti, specie in questi giorni di festa.
E proprio in questi stessi giorni di grande flusso turistico legato al Natale e al Capodanno, con l’ingente viavai di ospiti arrivati in città per lo shopping e gli eventi della Città dei Balocchi, i commercianti della centralissima piazza del capoluogo lariano – in particolare quelli che lavorano nelle casette del mercatino natalizio – chiedono maggior sicurezza.
Nel mirino dei gestori sono finite le fioriere che, secondo quanto sostenuto da alcuni di questi commercianti, sarebbero state spostate. Aprendo, negli ultimi giorni, un varco ampio, potenziale passaggio per mezzi non autorizzati e per questo considerato pericoloso.
«Nei giorni scorsi un furgoncino è passato proprio attraverso il varco tra le due fioriere», ha fatto sapere ieri chi lavora in piazza.
L’assessore alla Sicurezza di Palazzo Cernezzi, Elena Negretti, nella foto, chiamata indirettamente in causa, nega però ogni cosa. «Le fioriere non sono mai state spostate – dice – anche se potrebbero comunque essere mosse per garantire il passaggio dei mezzi di soccorso in piazza».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.