Folgorati mentre lavorano: un morto e un ferito

Garzeno

Pare che stessero lavorando alla realizzazione di un muretto di terrazzamento per una vigna, in località Gaggio, nei monti spora Domaso. Un balcone sul Lario, raggiungibile solo a piedi dopo una ventina di minuti di cammino. Per motivi che ora toccherà all’inchiesta della Procura della Repubblica appurare, da una delle attrezzature che stavano utilizzando (ma non è nemmeno escluso, al momento, che tutto possa essere nato da una linea dell’alta tensione che corre più in alto) sarebbe partita una violenta scarica elettrica che ha ucciso un 68enne di Vercana e ferito agli arti inferiori un 28enne di Gera Lario che era con lui.
I due erano amici e pare che si stessero accingendo al pranzo insieme quando è avvenuta la tragedia.
L’allarme è stato lanciato quanto erano le 11.20 della mattina. I soccorsi – che hanno portato sul posto il 118, con anche l’elicottero in volo oltre all’ambulanza partita da Dongo, il soccorso alpino, i vigili del fuoco di Dongo e i carabinieri della stazione di Gravedona – non sono però riusciti a evitare l’epilogo drammatico della giornata. Per il 68enne, Silvio Bizzanelli, residente come detto a Vercana, non c’era già più nulla da fare, folgorato da una scossa potentissima.
Il terreno su cui lui e il 28enne stavano lavorando pare non fosse di nessuno dei due, bensì di una società che ora verrà sentita per cercare di ricostruire mansioni e attività che i due stavano compiendo. Il 28enne di Gera Lario, trasportato in codice giallo all’ospedale di Gravedona, sarebbe sempre rimasto cosciente e avrebbe riportato delle importanti ustioni agli arti inferiori.
A Domaso sono arrivati, appresa la notizia, anche i tecnici dell’Ats Montagna e gli uomini del Nucleo Ispettorato del Lavoro dei carabinieri di Como.
La segnalazione dell’incidente mortale è stata girata anche al pubblico ministero di turno in Procura, il dottor Simone Pizzotti.
Le operazioni di soccorso e recupero della salma del 68enne sono state complesse, proprio a causa del punto isolato in cui è avvenuta la tragedia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.