Fortitudo Bologna-Cantù, una sfida per la salvezza

Cantù Fortitudo Bologna 2021

Pallacanestro Cantù obbligata a vincere oggi a Bologna con la Fortitudo e nell’ultimo turno contro Sassari per raggiungere la salvezza nel campionato di serie A di basket. Con la speranza che anche i risultati delle antagoniste siano favorevoli ai brianzoli.
Non sarà facile per l’Acqua S.Bernardo evitare l’ultimo posto, che significherebbe retrocessione nella categoria inferiore. Ma la matematica tiene vive le speranze della truppa di coach Piero Bucchi che, come detto, oggi gioca a Bologna alle 20.30 e lunedì 10 maggio chiuderà la sua stagione al PalaDesio contro la Dinamo Sassari.
La gara con gli emiliani arriva al termine di una settimana molto difficile, con gli strascichi della brutta sconfitta interna con Reggio Emilia e la contestazione al general manager Daniele Della Fiori.
All’uomo che ha costruito la rosa della squadra ultima in classifica, il gruppo dei tifosi “Eagles” ha dedicato espliciti striscioni – appesi nei luoghi più significativi di Cantù e dintorni – con la richiesta di lasciare il club brianzolo.
Cantù è ultima a una vittoria di distanza dalla stessa Fortitudo Bologna e da Brescia (attesa invece dal match con Cremona).
Le speranze di salvezza, dunque, non sono completamente vanificate, ma oggi serviranno carattere, determinazione e freddezza negli istanti conclusivi, caratteristiche che troppo spesso sono mancate in questa stagione, come testimoniano le numerose sconfitte in volata e la pessima classifica.
«Siamo certamente arrabbiati per come è finita contro Reggio ma la squadra ha già reagito mentalmente per cercare di fare una buona gara a Bologna, allenandosi bene in settimana; questo mi conforta – ha detto alla vigilia Piero Bucchi, tecnico canturino – È inutile perdere tempo a pensare al passato, ai ragazzi non ho dato neppure il tempo di farlo, serviva solamente resettare tutto e subito, focalizzandosi esclusivamente sulle prossime due partite».
«Andiamo a Bologna con fiducia, consapevoli del fatto che ci attende una sfida complicata, contro un’avversaria di grande talento e di grande esperienza – ha aggiunto il tecnico – Non sarà semplice ma l’ottimo lavoro svolto in settimana ci rinfranca».
Una partita caratterizzata dall’alto numero di ex. In Brianza si trovano gli ex Fortitudo Maarty Leunen e Ivica Radic. Con gli emiliani c’è un alto numero di ex canturini: Pietro Aradori, Marco Cusin, Stefano Mancinelli e coach Luca Dalmonte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.