Forze dell’ordine, stretta sui controlli contro gli assembramenti

Emergenza coronavirus Como, polizia, controlli, posti di blocco e pattuglie in città

Dallo scorso mese di marzo ad oggi sono stati controllati, in ambito provinciale, 277.617 persone (di cui 2.974 sanzionate e 966 denunciate a vario titolo per violazione delle disposizioni normative in materia). Inoltre, sono state eseguite verifiche su 18.612 esercizi e attività produttive. Tra queste, sono 113 quelle sanzionate e 60 quelle provvisoriamente chiusi dall’autorità.

Sono i dati illustrati il 9 ottobre scorso in Prefettura durante una riunione tecnica di coordinamento dei responsabili provinciali delle forze di polizia, presieduta dal vice prefetto vicario. E sempre in quell’occasione, in base anche all’evolversi della situazione epidemiologica, si è deciso di intensificare i controlli di polizia, che riguarderanno soprattutto quei luoghi e quelle realtà sociali dove è maggiore il rischio di assembramenti o nei quali maggiormente si riscontrano comportamenti non in linea con le disposizioni. E dunque attenzione ad esempio alle aree in prossimità degli istituti scolastici.

Allo stesso tempo verranno presidiate e monitorate le zone della “movida”, le stazioni ferroviarie, le fermate del trasporto pubblico locale e le zone di interscambio dei mezzi pubblici, segnalando tempestivamente alle aziende di trasporto eventuali criticità, per gli interventi di competenza. Riflettori accesi infine su strutture sportive, associazioni, ristoranti, bar e attività commerciali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.