Frammenti di vita in Valle Intelvi con le immagini di Augusto Salandin

altTra memoria e poesia

Frammenti di vita in Valle Intelvi, polmone naturale e museo diffuso d’arte e storia unico in Lombardia, dagli anni Quaranta agli anni Settanta, vissute attraverso gli scatti di un fotografo. È la mostra “Ricordi autobiografici” con immagini di Augusto Salandin che rimarrà aperta fino al 25 agosto. L’evento promosso dall’associazione culturale vallintelvese “OrtiCultura” presso l’Ufficio Turistico del Comune di San Fedele Intelvi ospita immagini d’epoca e ripercorre alcune tappe di vita

significative per l’autore cercando di trasmettere, al di là delle immagini, il sentimento che le ha originate. In parte raccolta poetica, in parte documentaria, la rassegna si snoda attraverso ritratti, foto di gruppo, paesaggi e oggetti in cui il tempo si fa memoria e l’immagine narrazione. Ingresso libero. Info: 377.24.618.38.

Nella foto:
Due scatti d’epoca che fanno parte del percorso iconografico allestito a San Fedele Intelvi da Augusto Salandin

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.