Frontaliere minaccia la polizia su Facebook, portato in gendarmeria

Dogana di Chiasso. Confine Italia Svizzera

Dopo il caso dell’ingegnere italiana licenziata per un pesante post su Facebook contro i gendarmi ticinesi, dopo una multa presa per divieto di sosta, ecco un secondo caso che mette in relazione frontalierato, social network e forze dell’ordine d’oltreconfine.

Un frontaliere italiano, a quanto pare non molto distante dalla pensione, ha postato sulla sua pagina Facebook minacce dirette alla polizia svizzera. Ha definito gli agenti “sbirri bastardi” arrivando a scrivere “Vi giuro che quando vado in pensione vi ammazzo tutti…” e ancora “dovete morire”.

La notizia, riportata ieri dal portale ticinolibero.ch ha avuto un effetto immediato questa mattina, quando, come riferiscono i principali portati ticinesi di informazione online, l’uomo è stato prelevato sul suo posto di lavoro portato in gendarmeria per verbalizzare le sue dichiarazioni.

Pare che abbia agito d’impulso dopo una multa comminatagli perché utilizzava il cellulare mentre era alla guida. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.