Fuggono con 5mila euro, ritrovata la moto

Polizia di Stato

Hanno agito in pochissimi secondi, una trentina al massimo. Una scena ripresa dalle telecamere di sicurezza del negozio di via Cadorna utilizzato per spedire il denaro in tutte le parti del mondo.
Due i malviventi che si sono introdotti venerdì sera nell’attività commerciale.
Uno dei due, il primo a entrare, aveva una pistola e l’ha puntata contro i presenti, tre dipendenti e due clienti. Un rapinatore era vestito di nero, con il casco integrale.
Anche il secondo aveva un completo scuro, con un casco integrale giallo. Secondo quanto è stato possibile ricostruire, i rapinatori si sarebbero fatti consegnare l’incasso, per poi uscire in via Cadorna e scappare con una moto di grossa cilindrata, una Bmw, allontanandosi lungo via Cadorna, poi andando in direzione di via Milano, infine in tangenziale e in via Napoleona raggiungendo Camerlata.
Sul posto, nel tentativo di indagare sul repentino assalto, sono arrivati prima gli agenti delle volanti poi i colleghi della squadra Mobile della Questura di Como.
Le immagini sono già state acquisite e verranno passate al setaccio. Intanto la moto utilizzata per la fuga è stata ritrovata abbandonata in via Somigliana tra Rebbio e Albate, nei pressi della stazione dello Stato di Albate-Camerlata. Risulterebbe rubata a Milano. I titolari del negozio preso di mira dai rapinatori avrebbero quantificato l’ammontare del colpo, che si aggirerebbe intorno ai 5mila euro. Era da tanto tempo che in città non avveniva una rapina a mano armata, come quella di venerdì sera.
L’ultima era stata proprio quella di cui diamo conto nell’articolo sotto, alla gioielleria “Palazzo del Pero” di via Adamo del Pero, in centro storico.


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.