Gare di Bmx e protocolli: i dubbi degli organizzatori. Gara tricolore di Olgiate in stand by

Bmx Olgiate Comasco

Le problematiche legate all’organizzazione di gare ciclistiche su strada e al rispetto dei protocolli per l’emergenza Coronavirus sono state sottolineate nei giorni scorsi al Corriere di Como da Christian Rigamonti, commissario della Federazione provinciale.
Le sue dichiarazioni sono state riprese anche da esponenti di altre regioni che, prendendo spunto dalle parole del dirigente lariano, hanno sottolineato di condividerne i disagi. Una situazione che potrebbe portare all’annullamento di tutte le gare giovanili organizzate sul territorio comasco nel 2020.
Problematiche che sono condivise anche dai dirigenti della Ciclistica Bmx di Olgiate Comasco a cui nel 2020 era stato assegnato il Campionato italiano della specialità.
Il Tricolore di Bmx doveva essere uno dei grandi eventi dell’attuale stagione agonistica ed era in programma gli scorsi sabato 4 e domenica 5 luglio. Tutto è stato fermato per l’emergenza Coronavirus, poi la Federazione ha chiesto ai curatori di valutare la possibilità di far disputare in ogni caso in autunno l’evento a Olgiate.
Luca Benzoni, della società comasca, ha tenuto monitorati tutti i recenti comunicati della Federazione stessa e soprattutto i protocolli legati all’organizzazione di corse, quelli che stanno mettendo in difficoltà i colleghi che curano le competizioni su strada. «Noi siamo sempre in attesa di capire gli sviluppi – spiega – La nostra non sarebbe la prima prova della specialità della stagione 2020: sono molto curioso di vedere come verranno organizzate le gare programmate nei mesi di luglio e agosto».
Benzoni non sembra molto possibilista rispetto alla rassegna tricolore nel 2020 sul tracciato di Olgiate Comasco, anche per ragioni di sostenibilità economica: «Rimaniamo sempre della nostra idea – conclude – che non sia possibile organizzare una manifestazione di Bmx a porte chiuse e senza la possibilità di gestire il punto di ristoro, praticamente l’unica fonte certa di incasso».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.