Gattuso: «A Vercelli per dare una svolta al nostro cammino»

Ferrari Gatto Como 1907

«Non voglio dare alcun riferimento: so che anche gli allenatori delle altre squadre guardano le mie conferenze e quindi preferisco non sbilanciarmi». Pretattica di mister Giacomo Gattuso alla vigilia della trasferta di domani allo stadio Silvio Piola. Il suo Como, primo in classifica, è ospite della Pro Vercelli, che è all’inseguimento dei lariani a due punti di distanza (58 contro 56). Contrariamente al solito, il tecnico non ha nemmeno fornito i nomi degli indisponibili.
«L’atmosfera è particolare – ha spiegato il mister – Stiamo bene, consapevoli che andiamo ad affrontare una partita importante per tutti. Ho visto la squadra con la tensione e la carica giusta. Ci siamo preparati bene, programmando ogni aspetto che potremmo affrontare».
Il Como ha una gara in meno rispetto agli avversari, visto che poi il 24 dovrà recuperare il match di Olbia saltato causa sospetto (e per fortuna non confermato dai tamponi) focolaio Covid.
«Guai a pensarci – ammonisce Gattuso – Questi calcoli non ci passano per la testa: abbiamo abbiamo in mente soltanto l’impegno a Vercelli e avremo tempo per preparare quello di Olbia. Ora servono concentrazione, consapevolezza e attenzione per un match che è importante per i nostri avversari e ancora di più per noi».
«In questi giorni abbiamo curato ogni situazione – afferma l’allenatore – Nessun dettaglio è stato sottovalutato. Conosciamo la formazione che andiamo ad affrontare, il modo di giocare, come difende e come attacca. Poi arriverà la partita, che avrà una sua storia; a volte, quello che si è studiato e preparato è sufficiente, ma in altre circostanze non basta. Starà a noi adattarci e saper leggere ogni momento».
All’andata la Pro Vercelli allo stadio Sinigaglia si è imposta per 2-1; un risultato che pesa, a guardare la classifica. «Ormai è una partita in archivio e non possiamo più fare nulla. Voglio però ricordare che fu un incontro con il Como in piena emergenza dopo il focolaio Covid nel gruppo-squadra. Era stato un problema trovare undici calciatori da mandare in campo a giocare; non ci eravamo nemmeno allenati. Di fatto una circostanza che non fa testo: sarei stato curioso di vedere il finale, se fosse stata disputata alla pari. Detto, questo, ci interessa l’appuntamento di domani allo stadio Piola e non rimuginare sul passato».
«Abbiamo una grossa opportunità da cogliere – sostiene ancora Gattuso – Potremo dare una svolta ulteriore al nostro cammino. Su cosa puntare? Lo teniamo per noi. Posso dire che abbiamo curato tutto, ogni singolo aspetto, ogni elemento che può portare benefici. Ho già in mente una formazione di massima, anche se voglio vedere l’atteggiamento del gruppo e le facce dei giocatori nell’allenamento di rifinitura. Poi farò una scelta definitiva».
Como in testa alla classifica, dunque, con 58 punti, seguito dalla Pro Vercelli a 56. Terza piazza per il Renate (a quota 52), che in questa giornata è impegnato nel posticipo con il Novara, lunedì alle 18. Nerazzurri reduci dall’1-1 interno con la Carrarese, mentre i piemontesi nell’ultima sfida hanno superato con un netto 3-0 il Lecco. Proprio i blucelesti – quarti a 50 punti alla pari con l’Alessandria – inaugurano il turno numero trenta: oggi alle 15 ricevono il Grosseto allo stadio Rigamonti-Ceppi.
L’Alessandria, invece, è impegnato domani alle 17.30 contro un Piacenza in piena lotta per non rimanere invischiato nei playout; gli emiliani sono quintultimi.
Due i confronti saltati a causa del Covid: Olbia-Pistoiese e Juventus Under 23- Pergolettese.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.