Gattuso e lo stop con il Frosinone: «È subentrata sfiducia. Non deve succedere»

Como Frosinone

«Abbiamo fatto un buon primo tempo come con l’Ascoli, anche se ci siamo ritrovati sotto di due gol – ha detto ieri mister Giacomo Gattuso al termine dell’incontro perso contro il Frosinone – La seconda realizzazione ha condizionato il nostro secondo tempo: abbiamo giocato male, senza nerbo, con poche energie».
L’allenatore azzurro ha poi aggiunto: «Non c’era la voglia di riuscire a recuperare la partita. Detto questo, dobbiamo dare anche i giusti meriti al Frosinone, squadra organizzata, pronta a ripartire, a sfruttare ogni errore. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e lo è diventata ancora di più quando siamo andati sotto di due gol».
Il tecnico si sofferma ancora sulla seconda parte, in cui la sua formazione ha combinato ben poco: «Non riuscivamo a trovare geometrie di gioco, ad arrivare agli attaccanti tramite palleggi. Nella testa dei ragazzi è subentrata un po’ di sfiducia e questo non deve succedere, Noi purtroppo abbiamo avuto il demerito di agevolare una formazione molto forte».
Luca Vignali, difensore azzurro, ha spiegato: «Dobbiamo essere arrabbiati per come abbiamo approcciato l’incontro e per come abbiamo subìto il gioco del Frosinone. Ora si deve azzerare tutto e cominciare fin da subito a pensare al prossimo incontro».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.