Giro: dalla Kostner a Bebe Vio, 17 campionesse in rosa

Olimpioniche e campionesse mondiali ambasciatrici d'eccellenza

(ANSA) – ROMA, 30 SET – Olimpioniche e campionesse del mondo, che hanno dato lustro all’Italia nello sport, saranno ambasciatrici del 103/o Giro d’Italia. Ciascuna di loro presenzierà a una tappa della corsa rosa: Carolina Kostner a Palermo e Bebe Vio a Milano apriranno e chiuderanno la gara a tappe. Questo l’elenco delle campionesse azzurre che saranno ambasciatrici al Giro: Carolina Kostner (pattinaggio artistico su ghiaccio), Carlotta Ferlito (ginnastica artistica), Tania Cagnotto (tuffi), Rossella Fiamingo (scherma), Gaia Sabbatini (atletica leggera), Eleonora Goldoni (calcio), Elisa Di Francisca (scherma), Jessica Rossi (tiro a volo), Lisa Vittozzi (biathlon), Dorothea Wierer (biathlon), Chiara Cainero (tiro a volo), Francesca Dallapè (tuffi), Arianna Fontana (short track), Michela Moioli (snowboard), Marta Bassino (sci alpino), Federica Brignone (sci alpino) e Bebe Vio (scherma). Rcs Sport e il Coni hanno deciso di coinvolgere queste atlete per dare un segnale di come lo sport sia una volta di più un collante radicato nella cultura. "E’ un onore e un privilegio per il Giro d’Italia ospitare in ogni tappa queste grandi campionesse che hanno dato lustro allo sport italiano nel mondo. Abbiamo pensato fosse giusto celebrarle, come ambasciatrici della corsa. Saranno molto di più di una presenza rosa", spiega Paolo Bellino, ad e dg di Rcs Sport. E il presidente del Coni, Giovanni Malagò, aggiunge: "La presenza delle campionesse azzurre al Giro è un motivo d’orgoglio per tutto il movimento sportivo italiano. Si tratta di atlete di assoluto valore, che competono in diverse discipline, facendo sventolare il tricolore sui podi mondiali e olimpici. La loro presenza come madrine d’onore, in una manifestazione così importante e radicata nella cultura sportiva italiana, è il giusto riconoscimento a queste atlete e alle donne, che rappresentano l’eccellenza sportiva del Paese. Ringrazio Rcs per la sensibilità e l’attenzione che dimostra ancora una volta per lo sport e, in particolare, per quello in rosa". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.