Giro d’Italia, via libera dal consiglio comunale. Domenica 26 maggio 2019 la tappa comasca
Città, Sport, Territorio, Turismo

Giro d’Italia, via libera dal consiglio comunale. Domenica 26 maggio 2019 la tappa comasca

Giro d’Italia 2019 a Como. Il consiglio comunale ieri sera ha approvato la variazione di bilancio di 260mila euro per portare la “Corsa rosa” in città. Contrari i tre consiglieri della lista Rapinese Sindaco. “Sistemiamo prima le strutture sportive della città invece di dare spazio a grandi manifestazioni – ha spiegato il consigliere Alessandro Rapinese – Abbiamo bisogno di impianti e non di eventi”.
L’approvazione del consiglio è di fatto l’atto che mancava per sancire l’accordo definitivo con Rcs Sport, la società che cura il Giro, oltre al “Lombardia”, andato in scena due sabati fa con la vittoria del francese Thibaut Pinot davanti a Vincenzo Nibali.
“È un risultato di tutti e soprattutto della città, da oggi si inizia a lavorare a questa grandissima manifestazione sportiva – spiega l’assessore allo Sport Marco Galli – Un gesto coraggioso dopo 32 anni di silenzio rispetto alla presenza di una grandissima manifestazione a tappe come il Giro di Italia. A breve gli organizzatori Rcs, invieranno una delegazione a Como per un sopralluogo tecnico. Poi sarà costituito un Comitato dedicato all’organizzazione dell’evento”.
Il costo della tappa è di 200mila euro più Iva, il resto “sono spese relative all’organizzazione che saranno quantificabili soltanto dopo il sopralluogo in città”, spiega ancora Galli.
Conferme infine anche su quella che dovrebbe essere la tappa, anche se l’ufficialità arriverà il prossimo 31 ottobre, alla presentazione dell’evento a Milano. Appuntamento a domenica 26 maggio. La frazione dovrebbe partire da Ivrea per terminare in città, comprendendo parte del finale del “Lombardia” stesso.
L’ultima volta di un arrivo del Giro d’Italia a Como risale al giugno 1987, esattamente all’11 giugno.  Partenza da Madesimo e arrivo sul lungolago di Como, dopo 156 chilometri e un affollatissimo circuito finale.  Una frazione risolta in volata con la vittoria del velocista bresciano Paolo Rosola, che superò un deluso Alberto Volpi (il saronnese avrebbe infatti voluto vincere sulle strade vicino a casa). In maglia rosa l’irlandese Stephen Roche, che poi conquistò il Giro. Molti appassionati il giorno dopo affollarono piazza Cavour, alla partenza della frazione da Como a Pila (in Valle d’Aosta), con affermazione decisiva dello scozzese Robert Millar; Roche, in fuga con il britannico, consolidò il primato mentre il suo compagno di squadra e avversario Roberto Visentini cadde, si fratturò un polso e fu costretto al ritiro. Quel 1987 fu magico per Roche, che conquistò anche Tour de France e il Mondiale di Villach, in Austria.

Una immagine dal Giro d'Italia dello scorso anno
Una immagine dal Giro d’Italia dello scorso anno (Rcs Sport)
23 ottobre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto