Girone A, testa e coda per le lombarde. Prime Monza e Renate, in fondo Lecco, Giana e Pergolettese

Como Arezzo

Curioso testa-coda fra formazioni lombarde nella classifica del girone A di serie C, quello in cui milita il Como, reduce dal pareggio (1-1) nella trasferta di domenica ad Alessandria e atteso, domenica prossima, dal confronto interno con il Pontedera, reduce dalla vittoria per 2-1 nel derby con la Pistoiese e terzo in classifica.
La vetta è ad appannaggio di due squadre brianzole, il Monza (24 punti) e il Renate (20). Per i biancorossi del patron Silvio Berlusconi il bilancio è di otto vittorie ed un pareggio. Difficile pensare che questo cammino si possa fermare anche se la categoria si è sempre prestata a molte sorprese.
Anche il secondo posto del Renate è tutto sommato atteso, considerato il potenziale espresso fin dall’inizio dalla formazione di mister Aimo Diana.
Tre lombarde sono in posizioni più o meno centrali, con la Pro Patria sesta a 15 punti, il Como nono a 13 e l’AlbinoLeffe tredicesimo a 9.
Male le altre tre squadre della nostra regione, che fanno da contraltare alle brianzole di vetta: le ultimo sono infatti il Lecco, la Giana Erminio e la Pergolettese.
I blucelesti lariani sono terzultimi (6 punti con due vittorie e sette stop) e continuano a deludere tra contestazioni e la dirigenza che intenderebbe lasciare. Domenica scorsa la sconfitta interna per 3-1 con la Pianese.
Ha invece rialzato la testa la Giana Erminio, penultima, che dopo aver messo in difficoltà il Como (pur perdendo) è reduce dal successo per 2-1 con il Novara. Il cambio di allenatore, con l’arrivo di Cesare Albè al posto di Riccardo Maspero, sta dando i suoi frutti.
Nessuna vittoria e solo quattro pari per il fanalino di coda Pergolettese, che ha appena perso per 3-0 a Carrara. In bilico il tecnico Matteo Contini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.