Gradimento sindaci, Lucini resta nella top ten ma perde 4 posizioni

alt All’ottavo posto nell’ultima rilevazione Monitorcittà

(a.cam.) Perde quattro posizioni ma resta nella top ten dei sindaci più apprezzati d’Italia il primo cittadino di Como Mario Lucini, all’ottavo posto nell’ultima rilevazione Monitorcittà.
Secondo l’indagine dell’istituto di ricerca Datamedia, relativa al secondo semestre del 2013, il primo posto spetta ex aequo al sindaco di Lecce, Paolo Perrone, e al primo cittadino di Trento, Alessandro Andreatta.
La rilevazione interessa tutti i sindaci dei capoluoghi di provincia e sono 36 complessivamente

quelli che entrano nella “top 55%”, ovvero che hanno registrato un gradimento tra i cittadini interpellati superiore al 55%. Mario Lucini conquista l’ottavo posto con un apprezzamento generale del 60,3% rispetto al 61,8% che aveva ottenuto nel primo semestre dell’anno scorso.
Sul terzo gradino del podio balza il primo cittadino di Pavia, Alessandro Cattaneo, che rispetto al primo semestre del 2013 guadagna 2,9 punti percentuali, fino a toccare quota 61,1% di gradimento. Si tratta del miglioramento più importante dell’intera graduatoria.
Uno solo il nome femminile presente nella top ten, quello del sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, al decimo posto con il 59,7% dei consensi. Sul totale dei primi cittadini più apprezzati, 29 sono di centrosinistra, 5 di centrodestra, uno dell’Italia dei Valori e uno del Movimento 5 Stelle. Per quanto riguarda la mappa geografica dei sindaci più amati dai concittadini, la Lombardia è al primo posto con 7 nomi in classifica, seguita dalla Toscana con 5 e dal Veneto con 3.
Soddisfatto, nonostante la diminuzione dei consensi e la discesa di quattro posizioni nella classifica, il sindaco di Como. «Per quello che possono valere i sondaggi e senza voler dare al dato attribuito un valore assoluto – ha sottolineato Mario Lucini – direi che quello che ho ottenuto è un risultato più che confortante. Farei la firma se sapessi che l’esito del sondaggio potesse restare questo».
«Naturalmente non so a cosa esattamente sia dovuto il leggero calo di gradimento – ha aggiunto il sindaco del capoluogo lariano – Sicuramente, sono state fatte delle scelte in questi sei mesi e questo forse ha ridotto in parte lo scarto perché non da tutti sono state apprezzate. È chiaro che non tutti i cittadini hanno visto confermate le loro aspettative. Nel complesso, comunque, è decisamente un dato confortante, sempre tenuto conto che si tratta di un sondaggio».

Nella foto:
Mario Lucini ha ottenuto un apprezzamento del 60,3% rispetto al 61,8% di prima

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.