Grande mostra, la Regione taglia i contributi del 70%

Fondi per la cultura – Finanziati tre progetti: oltre all’evento di Villa Olmo premiati il Festival musicale di Dongo e la rassegna “Energheia-miniartex”
Stanziati per il 2012 soltanto 15mila euro. Gaddi: «Non importa, ce la faremo con le nostre forze»
La cifra non è elevata. Si tratta di soli 15mila euro. A tanto ammontano i fondi stanziati dalla Regione Lombardia per la prossima grande mostra di Como, dedicata alla dinastia dei Bruegel (una riduzione del 70%). Così ha deciso, ieri mattina, la giunta regionale su proposta dell’assessore alla Cultura, Massimo Buscemi. Al nostro territorio andranno, in totale, 33mila euro. Somma che sarà suddivisa in tre diversi progetti. Cordoni strettissimi, dunque, rispetto alle passate edizioni

, quando il finanziamento toccò quota 50mila euro.
«Non importa – dice Sergio Gaddi, assessore alla Cultura di Palazzo Cernezzi – abbiamo già conferme da molti sponsor privati. A oggi abbiamo raccolto oltre 160mila euro. La mostra sui Bruegel – aggiunge Gaddi – avrà altre 3 sedi. Oltre a Como, Tel Aviv, Miami e Praga».
L’esposizione sarà aperta a Como dal 24 marzo al 29 luglio 2012, dopo sarà in tournée all’estero (eccetto la preziosa opera I sette peccati capitali di Hieronymus Bosch, inedita, proprietà di un collezionista americano). Da agosto a ottobre sarà al Museo di Tel Aviv, poi andrà alla Galleria Nazionale di Praga fino a gennaio e nella primavera 2013 concluderà il suo itinerario mondiale a Miami. Il progetto deve ancora essere presentato in giunta. «Entro la fine dell’anno o al massimo i primi giorni di gennaio illustrerò tutto – specifica Gaddi – Vogliamo raggiungere la massima autosufficienza». Il tour già predisposto per la mostra «permetterà un deciso contenimento dei costi», dice ancora l’assessore, il quale conta di scendere sotto i 900mila euro, quanto cioè raccolto tra sponsor e vendita di biglietti in occasione dell’esposizione di Boldini, evento che peraltro è stato il più economico di tutti quelli organizzati a Villa Olmo. Intanto, lunedì l’assessore dovrà presentare in giunta proprio il rendiconto dell’ultimo allestimento. «Abbiamo uno sbilancio molto contenuto di 50mila euro e siamo peraltro in attesa di altri contributi – spiega Sergio Gaddi – Per l’ultima grande mostra il Comune ha stanziato 54mila euro. L’80% in meno rispetto a quanto messo a bilancio per le edizioni precedenti». Le altre somme regionali destinate alla provincia di Como sono andate all’Associazione Primavera Musicale di Dongo (15mila euro) per il Festival del lago del 2012 e 3mila euro a Arte e Arte, associazione di promozione sociale per l’iniziativa Energheia-miniartex Como.

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Uno dei dipinti di Bruegel che saranno in mostra a Villa Olmo l’anno prossimo, tra i mesi di marzo e luglio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.