Grandi firme alle sfide di Lariofiere. Alex Zanardi ha tifato per il figlio

alt Scherma – La prova tricolore a Erba

Grandi nomi a Lariofiere a Erba in occasione della gara organizzata dalla Scherma Comense. Una prova nazionale della categoria Cadetti, di sciabola e fioretto. Tra gli spettatori, infatti, c’era Alex Zanardi, pilota automobilistico, campione paralimpico di ciclismo e presentatore tv. In questa occasione ha seguito il figlio Niccolò, che ha partecipato alla gara di fioretto maschile (chiusa nelle retrovie). Per Zanardi sono state tante le richieste di fotografie e di autografi: per lui grande affetto

da parte di tutti i presenti. E, visto che era in zona, lo stesso Zanardi ha convocato a Lariofiere il suo amico Fabrizio Macchi, varesino, ciclista paralimpico.
A Erba anche un altro grande personaggio del mondo della scherma, la plurimedagliata olimpica Giovanni Trillini. Oggi, per la seconda giornata di gare (il via è previsto alle 9), sono attesi il presidente della Federazione, Giorgio Scarso e il commissario tecnico Andrea Cipressa.
Quattro in totale le prove che sono andate in scena sulle pedane allestite a Lariofiere. In quella di sciabola femminile si è imposta Michela Battiston (Gemina Scherma), che ha preceduto Chiara Pascazio (Club Roma) e, a pari merito, Eloisa Passaro (Petrarca) e Sara Del Prete (Salerno).
Nella sfida di fioretto maschile affermazione di Andrea Funaro (Ariccia), che ha preceduto Riccardo Di Tommaso (Pisa), e, sempre a pari merito, Guillaume Bianchi (Frascati) e Lorenz Lauria (Bolzano). In questa prova c’erano anche gli atleti della Comense: i migliori sono stati Tomaso Silvestri (11°) e Simone Grimaldi (37°).

Nella foto:
Alex Zanardi e Fabrizio Macchi con Enrico Levrini, dirigente della Comense

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.