Hockey Como, “prima” casalinga: a Casate è ospite il Dobbiaco

Hockey Como

Obiettivi ambiziosi per l’Hockey Como, la squadra cittadina che in questo 2021 festeggia cinquant’anni dalla sua fondazione. La società del presidente Luca Ambrosoli punta ad un torneo di vertice.
I lariani disputano il campionato Ihl – che, per fare un paragone calcistico, equivale alla serie B – e domani sono attesi dal secondo turno, il primo casalingo, al palazzo del ghiaccio di Casate.

Proprio per rifarsi al prestigioso anniversario, il club ha voluto utilizzare per la maglia 2021-2022 lo stesso disegno che fu proposto nel 1971, con al centro lo stemma del Comune di Como. Negli scorsi giorni la presentazione ufficiale a poche ore di distanza dalla prima uscita ufficiale, che però non ha dato grande soddisfazione. La formazione di coach Massimo Da Rin è stata infatti superata per 8-1 nella trasferta con il ValdiFiemme.

Con la speranza che si sia trattato di un passo falso isolato, domani è in programma il secondo match stagionale dei biancoazzurri. Alle 18.45 a Casate è attesa la compagine altoatesina del Toblach Dobbiaco Icebears, che pure al primo turno è stata sconfitta: l’impegno casalingo con il Caldaro è infatti terminata 4-5 per gli ospiti.

Un girone, quello che vede protagonista l’Hockey Como, che prevede una sola interlocutrice lombarda, il Varese. Tutte le altre squadre, come da tradizione per questa particolare disciplina, sono del Trentino-Alto Adige.
Domani, dunque, appuntamento con il match casalingo: i dirigenti lariani contano anche sull’apporto del pubblico. Certo, a vedere a Casate le scene di fine anni ‘80 sarà difficile, con la squadra che lottava per la serie A e il palazzetto gremito in ogni ordine di posto. Ma la speranza è che l’attuale formazione possa ritagliarsi uno spazio nel cuore degli appassionati di sport: per la “prima” casalinga il biglietto costerà 5 euro; fino a 12 anni l’ingresso sarà gratuito. Come per altri eventi servirà il green pass, sulle tribune bisognerà portare la mascherina e osservare il distanziamento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.