Hong Kong a Villa Olmo

Villa Olmo

Una serata per parlare del passato, del presente e del futuro di Hong Kong, ma anche un evento multimediale per celebrare l’incanto di Hong Kong come città del cinema.  “In the moood for Hong Kong”, primo appuntamento del ciclo “Prossima fermata: Pechino. Percorsi di scoperta, dibattito e approfondimento sulla Cina di oggi” rivisita lunedì sera a Villa Olmo a Como alle 21.30 nell’ambito del “Villa Olmo Festival” nel titolo quello di un famoso lungometraggio realizzato nel 2000 dal cineasta di Hong Kong Wong Kar-wai, la cui edizione restaurata è apparsa nelle sale cinematografiche lombarde questa primavera.

Come la cronaca racconta da diversi mesi, Hong Kong, ex colonia britannica e regione autonoma della Cina dal 1997, è entrata in una fase di profondo cambiamento. Contesa tra la Repubblica popolare cinese, decisa a usare mezzi sempre più muscolari per ricondurre la città all’interno del proprio sistema di pensiero e di governo, e una larga parte dei suoi abitanti, preoccupati della rapida erosione di un’identità unica costruita nel secolo di occupazione britannica, Hong Kong sta vivendo un’epoca cruciale della sua storia.

Marco Lupis, inviato Huffington Post autore di Hong Kong. Racconto di una città sospesa (Il Mulino 2021), e Luisa Prudentino, sinologa ed esperta di cinema cinese, descriveranno, con parole e immagini, quello che è stato, è e forse diventerà Hong Kong. Dal palco del Festival di Villa Olmo, intrecceranno le proprie suggestioni e riflessioni con le affascinanti immagini tratte dai più importanti film della straordinaria tradizione cinematografica hongkonghese.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria a questo link https://biglietteria.aslico.org/index.aspx?redirect=application&id=325

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.