I ciclisti comaschi scaldano i motori. Le prime uscite del 2020 in Spagna

Giro d'Italia 2019

Un 2020 appassionante per il ciclismo comasco su ogni fronte, sia per gli eventi sul territorio, sia per i principali ciclisti di casa nostra, che si preparano ad affrontare i primi impegni della stagione.
Per quanto riguarda le manifestazioni, è di questa settimana l’annuncio di una tappa interamente lariana del Giro Giovani Under 23: appuntamento per venerdì 12 giugno per la frazione che partirà e arriverà a Colico e che farà il giro del lago toccando Lecco, Bellagio, Como per poi risalire verso Nord dalla Statale Regina.
Pochi giorni prima, venerdì 29 maggio, il passaggio del Giro d’Italia dei Professionisti dal Comasco, nel corso della tappa Morbegno-Asti. Dopo il via dalla Valtellina la frazione, lunga 251 chilometri, toccherà Gera per poi scendere a Sud costeggiando il lago transitando da Gravedona, Pianello, Menaggio, Sala Comacina, Argegno, Cernobbio e Como. Poi i corridori si dirigeranno verso Camerlata, Fino, Bregnano ed entreranno in provincia di Varese a Saronno.
Niente Giro Rosa Iccrea per quest’anno. La competizione riservata alle donne nella sua edizione 2020 scatterà dalla Toscana e avrà come teatro il centro e il Sud Italia. Lo scorso anno la manifestazione passò tra Canturino ed Erbese durante la tappa Lissone-Carate Brianza.
Tra i momenti a cui gli appassionati non vorranno mancare, anche la serata di presentazione della squadra del Canturino. Il presidente Paolo Frigerio ha invitato Vincenzo Nibali, che ha dato la sua disponibilità a partecipare all’evento. La data è quella del 25 febbraio. L’incontro sarà al Teatro Fumagalli.
Sul fronte dei più importanti ciclisti comaschi, per tutti si avvicina il debutto nella stagione 2020. La maggior parte di loro esordirà in Spagna, anche se la prima notizia riguarda una defezione.
Alessandro Fancellu, classe 2000, con la squadra Kometa-Xstra parteciperà sia a gare Under 23, sia a prove Open assieme ai “Pro”. Il suo prologo era previsto tra pochi giorni al Mallorca-Challenge, in Spagna, in calendario dal 30 gennaio al 2 febbraio. Ma in un allenamento Fancellu si è procurato la frattura di una mano e per ora non può gareggiare. Presumibilmente sarà al via della Volta a la Comunitat Valenciana (dal 5 al 9 febbraio) dove sarà tra gli iscritti un altro comasco, Davide Ballerini, da quest’anno passato alla squadra Deceuninck–Quick-Step, la formazione in cui ha sempre sognato di militare. Nei programmi di Ballerini, oltre alle da lui apprezzate “classiche” del Nord, la partecipazione al Giro d’Italia che scatterà il 9 maggio da Budapest, capitale dell’Ungheria.
Al Mallorca-Challenge ci sarà invece Dario Cataldo, vincitore della tappa di Como della “Corsa rosa” lo scorso 26 maggio, a supporto di Alejandro Valverde, capitano della sua nuova formazione, la Movistar.
Il “Pro” lariano Davide Orrico per il 2020 è stato confermato dalla compagine austriaca Vorarlbeg-Santic. Il suo inizio di stagione sarà il 23 febbraio al Giro di Hainan, in Cina (sempre che tutto sia tranquillo sul fronte sanitario in quella zona). Si tratta di una gara a tappe dalla durata di 10 giorni.
L’erbese Matteo Spreafico, dell’Androni-Sidermec, esordirà invece in Sud America al Tour di Colombia l’11 febbraio. Una prova in altura, con i concorrenti impegnati a 2.500 metri di altezza.
Programmi tracciati anche per le due “Pro” comasche, Greta Marturano (team Top Girls-Fassa Bortolo) e Alice Gasparini (Eurotarget-Bianchi-Vittoria). La prima comincerà il suo 2020 in Spagna alla Vuelta Valenciana dal 20 al 23 febbraio e proseguirà alla Vuelta Castellon dal 28 febbraio al 1° marzo.
Per Gasparini il debutto dovrebbe essere alle Strade Bianche in Toscana sabato 7 marzo con la partenza e l’arrivo a Siena.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.