I dati Covid: raddoppiati in un giorno i positivi nel Comasco

Emergenza Covid a Como. Ambulanze e volontari al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna.

A fronte di 58.888 tamponi, in Lombardia sono 4.483 i nuovi positivi (7,6%). Raddoppia, rispetto a mercoledì, il numero dei casi in provincia di Como che ieri sono stati 421 con un incremento di ben 215 nuovi positivi rispetto a mercoledì quando erano 206. Tragico anche il bilancio delle vittime nel Comasco che sale a un totale di 1.998 con un balzo di ben 25 decessi in sole 24 ore (erano 1.973 lo scorso mercoledì).
Come detto, a livello regionale i tamponi eseguiti sono stati 58.888 (di cui 40.934 molecolari e 17.954 antigenici) per un totale pari a 8.228.701. Il rapporto tra guariti e dimessi, nel complesso, certifica un dato di 613.072 (+4.178), di cui 5.901 dimessi e 607.171 guariti. In terapia intensiva si trovano attualmente 860 pazienti, cifra in discesa di 3 unità mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono a 6.823 (-210). Purtroppo si contano altri 127 decessi per un totale di 30.862 morti da inizio pandemia. I nuovi casi per provincia: Milano 1.085 di cui 435 a Milano città; Bergamo 427; Brescia 613; Como 421; Cremona 168; Lecco 154; Lodi 71; Mantova 203; Monza e Brianza 458; Pavia 205; Sondrio 74; Varese 501.
Sul Lario deceduti sette sacerdoti
Nell’anno della pandemia sono morti in Italia per Covid 269 sacerdoti. Lo rende noto la Conferenza Episcopale Italiana. Le regioni più colpite sono state quelle del Nord (78% del totale), e in particolare la Lombardia, con 88 decessi, pari al 33%. Sono toccate dal contagio 86 diocesi su 225 (38%).
In Lombardia Bergamo ha pagato il prezzo più alto in termini di lutti con 27 preti deceduti. Nella diocesi di Como sono morti per Covid sette sacerdoti.
In Canton Ticino
Sono 103 i nuovi contagi segnalati nelle scorse 24 ore dall’Ufficio del medico cantonale. Nessun decesso è stato registrato. Nonostante un incremento nei contagi nelle ultime settimane, la situazione nelle strutture ospedaliere resta stabile. Ieri si segnalavano 16 nuovi ricoveri e 8 dimissioni, con 86 pazienti ricoverati con il Coronavirus, di cui 9 in cure intensive.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.