I luoghi di Budapest del “Giusto” comasco Giorgio Perlasca. Nel weekend la mostra ad Anzano del Parco

Giorgio Perlasca

In occasione della Giornata delle Memoria, l’amministrazione di Anzano del Parco, nella scuola del paese, dedicata a Giorgio Perlasca, dedica una mostra di foto dedicata proprio al “Giusto” nato a Como il 31 gennaio del 1910 e morto a Padova il 15 agosto del 1992. Fingendosi diplomatico spagnolo, Perlasca nel corso della Seconda guerra mondiale salvò la vita ad oltre 5mila ebrei a Budapest, firmando una serie di lettere che di fatto fecero evitare a queste persone l’arresto e la prigionia nei campi di concentramento. Non solo, con le sue qualità diplomatiche riuscì ad evitare l’incendio del ghetto della capitale ungherese.

Ad Anzano saranno proposte le immagini del reportage fotografico del Corriere di Como a Budapest realizzato con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura sui luoghi frequentati all’epoca da Giorgio Perlasca. L’esposizione ha il patrocinio della Fondazione Giorgio Perlasca.

Per chi volesse visitare la mostra, gli orari sono, sabato e domenica, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17. La scuola si trova ad Anzano del Parco in via Galgina. Ingresso gratuito.

L'ambasciata spagnola di Budapest , dove Perlasca agì
L’ambasciata spagnola di Budapest , dove Perlasca operò per salvare gli ebrei

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.