I sacrifici della gente e l’incertezza del futuro

CRISI ECONOMICA / 1
Così, anche il Governo Monti, definito l’esecutivo dei professori, inizia concretamente a fare sul serio, emanando leggi impopolari che non favoriscono la qualità di vita della gente – già disagiata economicamente – dei cittadini e dei contribuenti che continuano a pagare regolarmente le tasse senza avere nulla in cambio.
Basti pensare al tentativo di modificare l’articolo 18 e cambiare le carte in tavola: se tale legge verrà approvata dal Parlamento si potrà licenziare e tanta gente resterà a casa, senza futuro.
A questo punto nasce un punto interrogativo, e cioè se la nostra generazione, che ha fatto grandi sacrifici per farsi una solida posizione, potrà godersi la vita? La risposta è: forse mai.
Gianni Noli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.