I siriani erano già finiti sotto inchiesta nel 2016
Cronaca

I siriani erano già finiti sotto inchiesta nel 2016

Nuovi particolari sull’ultima operazione contro il terrorismo islamico

La comunità dei siriani in parte residenti nel Comasco, al centro dell’operazione di giovedì contro un gruppo di presunti finanziatori del terrorismo, era già finita sotto inchiesta due anni fa, nel 2016.
La procura di Como, con l’operazione Balkanica aveva infatti portato alla luce un’attività organizzata di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, con servizi di trasporto illeciti verso il Nord Europa di migranti irregolari.
La base dell’organizzazione internazionale che gestiva i viaggi dei migranti era tra l’Erbese e il Canturino.

L'arresto da parte di finanzieri L’arresto da parte di finanzieri

E tra i componenti del gruppo c’era anche Subhi Chdid, 40enne residente a Ponte Lambro, tra gli arrestati nell’ambito dell’operazione di ieri contro i finanziatori del terrorismo.
Il siriano è uno dei due comaschi – assieme con Ayoub Chaddad, 41enne residente nello stesso paese del Triangolo Lariano – accusato anche di finanziamento ai gruppi terroristici.
Il denaro guadagnato illecitamente con i viaggi dei migranti, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, non serviva solo a finanziare i gruppi legati al terrorismo di matrice islamica ma anche al tornaconto personale degli indagati. A Chdid viene contestato infatti anche il reato di autoriciclaggio.
Parte del denaro trasferito in Turchia sarebbe stato infatti utilizzato per comprare e avviare un forno.
L’operazione di giovedì contro i presunti finanziatori del terrorismo ha portato complessivamente all’arresto di dieci siriani e ruota attorno a incessanti raccolte di denaro e trasferimenti continui di somme importanti in Siria, Turchia, Libano e paesi orientali per attività di riciclaggio ma anche per finanziare gruppi terroristici di matrice islamica, in particolare vicini all’organizzazione Al-Nusra.

11 maggio 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto