Il 26 marzo sciopero nazionale dei trasporti e mobilitazione contro la didattica a distanza

Sciopero trasporto pubblico

Annunciato un nuovo sciopero nazionale dei trasporti per venerdì 26 marzo. Uno stop di 24 ore che unisce tutte le sigle sindacali – Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna – e che riguarderà il personale viaggiante dalle 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 fino al termine del servizio. Impiegati e personale di officina si fermeranno per l’intera giornata. Sono previste fasce di garanzia secondo gli accordi aziendali.

Asf Autolinee comunica che tutte le corse in partenza dall’inizio del servizio alle 8.29 e dalle 16.30 alle 19.29 saranno portate a termine. Per la fascia pomeridiana, dalle ore 16.30 il servizio riprenderà gradualmente. Verranno comunque garantiti i servizi non compresi nell’orario di sciopero. Per info: www.asfautolinee.it.

Il 26 marzo sarà anche la giornata di mobilitazione nazionale per lo sciopero della scuola contro la didattica a distanza e per la riapertura di tutte le scuole, dal nido all’università. Sono in programma presidi e flashmob già domani e domenica in numerose città italiane. La mobilitazione del 26 marzo è stata indetta da Priorità alla Scuola in concomitanza con lo sciopero proclamato dai Cobas, a cui ha già dato la sua adesione il Coordinamento Nazionale Precari Scuola.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.