«Il biglietto? Non lo pago, ho l’abbonamento a casa»: Denunciato

Intervento dei carabinieri su un pullman diretto da Cantù a Como

«Il biglietto? Non ho intenzione di pagarlo perché ho l’abbonamento anche se oggi l’ho dimenticato a casa». Un giovane comasco, con questa scusa – magari anche veritiera, ma di certo non “spendibile” con l’autista – ha cercato di salire lo stesso su un autobus della linea che porta da Cantù a Como.

Nemmeno di fronte alle rimostranze del conducente, che faceva presente come poco gli importasse se l’abbonamento era a casa, il 23enne si è deciso a scendere dal torpedone fermando la corsa per diversi minuti. Come prassi vuole in questi casi – soprattutto dopo i recenti fatti di cronaca che avevano interessato anche il Comasco – il conducente del bus ha effettuato una chiamata “muta” alla centrale operativa dei carabinieri di Cantù che hanno inviato sul posto una “gazzella” del Radiomobile.

Tra le parti non c’è stata colluttazione e il ragazzo è poi stato riportato alla ragione. Ma questo non gli ha evitato una denuncia a piede libero con l’ipotesi di reato di interruzione di pubblico servizio. I fatti sono avvenuti domenica scorsa nel pomeriggio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.