Il bis di Alogna

altIl 2014 è l’anno del violinista comasco Davide Alogna, che con 33 primavere alle spalle è sempre più internazionale, ma anche sempre più radicato nella vita culturale di Como.
Suona due strumenti: un “Gaspar Borchardt” cremonese del 1994 e un violino “Giuseppe Fiorini” del 1906. Sta lavorando alacremente al concerto di debutto della sua nuova creatura.

A Cantù infatti, il 7 settembre prossimo, alle 17.30, nella bellissima basilica di San Vincenzo in Galliano (ingresso libero), varerà la sua “Como chamber orchestra”: «Vuole essere la prima orchestra di riferimento di Como per la musica da camera – dice Davide Alogna – Daremo spazio ai giovani, scoprendo nuovi talenti, ma soprattutto ospiteremo musicisti di assoluto talento. La formazione diventerà protagonista dal prossimo anno della nuova stagione dei concerti del ciclo “Como Classica” da me diretto».
Si tratterà di un organico di una trentina di componenti, tutti raccolti dal fior fiore dei musicisti classici del territorio lariano. Con la logica della “rete”, per unire le forze in un momento in cui fare musica, insieme e da soli, a livello professionistico, è oggettivamente sempre più difficile. Ma soprattutto si avrà uno sguardo a repertori inediti o poco noti al grande pubblico, per andare oltre la classica impostazione che vede protagonisti nei programmi di sala i “soliti” trii o quartetti. Il repertorio cameristico è una miniera piena di filoni ancora da scoprire.
«Sono musicisti su cui intendiamo investire parecchio, quelli della nuova “Chamber” – prosegue Davide Alogna – Alcuni si stanno perfezionando con me, altri sono tra i migliori allievi del nostro Conservatorio. Dato che chi suona ha sempre meno possibilità in zona per lavorare, mi sembra un’occasione importante».
A Cantù la nuova formazione nata grazie al team di Alogna debutterà con la guida di un talentuoso violinista e direttore d’orchestra, il turco Hakan Sensoy, nome di rilievo del panorama internazionale come il nostro Davide. Il concerto sarà promosso dall’associazione Agorà e sostenuto dalla Cassa Rurale di Cantù, da sempre attenta alla promozione della cultura sul territorio brianteo. In programma pagine di Johann Sebastian Bach.
E in attesa del nuovo cartellone 2015 di “Como Classica”, e dell’imminente festival autunnale dell’associazione di Alogna “Terra di frontiera” che tornerà a partire da settembre con cinque date e nuovi interpreti di grido, Davide si appresta a un Ferragosto speciale.
«Il 15 ed il 16 agosto sera sarò al Castello Aragonese di Gaeta – dice il violinista comasco – dove suonerò però come pianista. Andrà infatti in scena lo spettacolo Novecento-La leggenda del pianista sull’Oceano. Mi esibirò con qualche sdoppiamento al violino con l’attore Enzo De Caro, lo storico partner di Massimo Troisi, e il pianista Marco Ciampi».
E mentre Alogna si sta preparando a un altro grande impegno professionale, il cimento con il difficile “Concerto per violino e orchestra” di Ciaikovskij, a fine agosto tornerà in edicola su “Amadeus” di settembre, impegnato in musiche di Ottorino Respighi con l’Orchestra di Sanremo diretta da Roberto Gianola, e con Irene Veneziano al pianoforte. Un bis eccezionale, dato che già nel settembre 2013 con un cd dedicato a Franz Schubert il virtuoso lariano fu protagonista in edicola in tutta Italia: 50mila copie e copertina. Un colpaccio. Il cd di settembre della più letta rivista di musica classica del nostro Paese, “Amadeus”, edita da Paragon e in vendita a 11 euro, tornerà così a suonare comasco. Si potranno ascoltare nel cd allegato tre lavori di Respigi, il “Concerto all’antica”, i “Sei pezzi per violino e pianoforte” e i “Cinque pezzi per violino e pianoforte”. «Respighi ha scritto musica straordinaria – ha dichiarato Alogna in una intervista ad “Amadeus” nel numero di agosto ora in edicola – Ed essendo violinista, dedicò una particolare attenzione a questo strumento».

L.M.

Nella foto:
Davide Alogna con il suo violino e il musicista Ottorino Respighi, cui ha dedicato la sua nuova incisione per il principale periodico dedicato alla classica, “Amadeus”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.