Il Challenger Atp di tennis nella fase decisiva

Tennis Como Challenger Atp 2019

Stefano Travaglia, testa di serie numero 1, e Alessandro Giannessi, numero 8 del tabellone, andranno a caccia oggi della finale del Challenger Atp “Città di Como”.
Saranno loro a cercare di tenere in Italia il titolo conquistato un anno fa dal siciliano Salvatore Caruso. Sulla loro strada un Andrej Martin fin qui perfetto, e la rivelazione argentina Facundo Mena.
Nei quarti vittoria – questa volta più semplice, dopo le battaglie dei primi due turni – per l’azzurro Stefano Travaglia. Jelle Sels, olandese, si è arreso in appena un’ora e 16 minuti per 6-4, 6-4.
Partita “pazza” invece, ma di gran cuore, per Alessandro Giannessi, testa di serie numero 8, che per battere il kazako Dmitry Popko ha impiegato 2 ore e 38 minuti (7-6, 4-6, 6-4 i parziali).
L’italiano in semifinale sfiderà Facundo Mena. L’argentino ha dominato con il portoghese Pedro Sousa (vincitore a Como nel 2017), battuto per 6-2, 6-0.
Nell’ultimo quarto di finale, infine, Andrej Martin, slovacco testa di serie numero 6, ha approfittato del ritiro per infortunio del giovane talentuoso tedesco Daniel Altmaier, messo fuori causa da una scivolata.  
Nel tabellone di doppio, impresa della coppia di casa composta dai cugini canturini Andrea e Federico Arnaboldi, il primo da anni giocatore Pro, il secondo (19enne), alle prime esperienze nel circuito internazionale.
I due brianzoli hanno raggiunto a sorpresa la semifinale del Challenger di Como eliminando in due set la coppia testa di serie numero 1, quella composta dagli specialisti Antonio Sancic (Croazia) e Tristan-Samuel Weissborn (Austria).
I cugini Arnaboldi sfideranno ora, per un posto nella finalissima di Villa Olmo, Andre Begemann (Germania) e Florin Megea (Romania). Begemann è campione uscente del torneo lariano di doppio, che ha conquistato un anno fa in coppia con Dustin Brown.
Il programma di oggi sarà aperto alle 12 dalla prima semifinale di doppio tra Sadio Doumbia-Fabien Reboul (Francia) e il tandem Fabricio Neis (Brasile)-Pedro Sousa (Portogallo).
A seguire, non prima delle 13.30, i singolari che saranno aperti da Giannessi-Mena; a seguire Travaglia-Martin.
Ultimo match della giornata quello di doppio con in campo Federico e Andrea Arnaboldi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.