Il chiedente asilo ora è iscritto all’anagrafe di Como

tribinale como palazzo di giustizia

Il Tribunale di Como ha respinto il reclamo di Palazzo Cernezzi contro l’ordinanza che imponeva l’iscrizione anagrafica di un cittadino nigeriano, residente a Como da 8 anni, e in attesa di una decisione finale della commissione territoriale sulla sua istanza d’asilo.

Il collegio, che si era riservato la decisione dopo l’udienza dell’ 8 agosto, ha emesso l’ordinanza «che respinge le tesi difensive del Comune e ribadisce che il decreto sicurezza di fatto non esclude, non vieta l’iscrizione all’anagrafe dei richiedenti asilo se sussistono i presupposti previsti dalla normativa che regola le iscrizioni anagrafiche (regolarità sul territorio, dimora abituale, intenzione di rimanere nel territorio)», spiega l’avvocato del nigeriano, Antonio Lamarucciola. «Con il respingimento del reclamo e l’avvenuta iscrizione la vicenda per ora si può ritenere conclusa», commenta.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.