Il Cinema Gloria di Camerlata in vendita. La stagione del 70° parte con tante novità, ma si guarda al futuro
Cinema, Città, Cultura e spettacoli, Territorio

Il Cinema Gloria di Camerlata in vendita. La stagione del 70° parte con tante novità, ma si guarda al futuro

Compie settant’anni il Cinema Gloria, o Spazio Gloria, come si chiama da 2007. È rimasta, con l’Astra di viale Giulio Cesare, l’unica sala per il cinema d’autore di Como, oltre a ospitare spettacoli, concerti e dibattiti. Un traguardo importante per la struttura di via Varesina, rimessa in piedi dodici anni fa dal Circolo Arci Xanadù, dopo la chiusura decretata dall’arrivo dei vicini multisala. Proprio nell’anno dei festeggiamenti, Xanadù è costretto a progettare il futuro dello Spazio Gloria. Sembrerebbe ormai infatti più che probabile la volontà della proprietà dell’immobile di mettere il Gloria in vendita. Lo spazio ha un valore di mercato di circa un milione di euro. Il contratto con l’attuale gestione scade nel maggio del 2020. Nessun rischio quindi sia per la stagione che partirà a giorni, sia per la prossima. E poi? Enzo D’Antuono, presidente del Circolo sta lavorando a un’idea, che non vuole però ancora svelare. «È prematuro, non fatemi dire niente», spiega al telefono. «Ecco, se volete una mia battuta, si può dire che visto che la città ha dimostrato in questi ultimi dodici anni di riconoscersi nel Gloria, a breve, grazie a una nuova esperienza, avrà modo di dimostrare ancora di più questo suo attaccamento» conclude D’Antuono.
I fautori di Xanadù insomma non hanno alcuna intenzione di far calare il sipario per sempre al Gloria da maggio 2020.
Questo apre la strada a un ventaglio di ipotesi sul futuro della sala di via Varesina. La prima potrebbe essere la strada dell’acquisto dello stabile, naturalmente, con un investimento importante. Un’iniziativa non nuova nell’ambiente.
In alternativa, Xanadù potrebbe trovare un accordo con gli acquirenti del cinema, per proseguire nell’attività. Di certo, in via Varesina, al posto del cinema non verrà realizzato un condominio o un parcheggio multipiano, come si è visto negli ultimi trent’anni in città sulle ceneri di altri cinema.
La destinazione del Gloria, struttura realizzata prima degli anni Ottanta, dovrà rimanere, per legge, culturale.
Il Circolo Xanadù intanto ha la stagione del 70° compleanno da avviare. Il 15 settembre si parte con il “Como Lake Burlesque Festival” come accade ormai da alcuni anni. Confermate le rassegne “storiche” come il lunedì del cinema, le serate con le cosiddette “seconde visioni”, i film in lingua del giovedì, le pellicole d’arte con le produzioni su Salvador Dalí e Klimt, e ancora, le pellicole da cineteca, con la prima proiezione dedicata a “Toro scatenato”.
«Abbiamo un calendario di sei spettacoli a settimana, a volte siamo aperti anche il martedì – dice ancora il presidente Enzo D’Antuono – che sarebbe il nostro giorno di chiusura».

5 settembre 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto