Il comasco Bellanca apre un sito per promuovere gli artisti

Fabrizio Bellanca, artista comasco

Sono per ora una trentina gli artisti rappresentati, con folta presenza comasca. Ma il progetto nato nel segno della condivisione è destinato ad allargarsi. Dalla pandemia nascono anche opportunità e non solo quarantene: la necessità aguzza l’ingegno e se musei e gallerie sono per lo più chiusi gli artisti si devono organizzare, fare rete e fare quadrato.
Nasce “Open Artelier”, sito Internet (l’indirizzo è www.openartelier.it) che rappresenta una comunità di creativi, una rete, sia fisica che virtuale, leggiamo nella presentazione, «dove sviluppare e far conoscere le proprie storie e le proprie opere, in un contesto in cui l’arte è la vera protagonista». L’idea è del pittore e grafico comasco Fabrizio Bellanca e del suo partner nonché cugino Antonello Bellanca. “Open Artelier” si intitolava anche, nell’anno di Expo ossia nel 2015 – sembra passato un secolo – una iniziativa lanciata da Bellanca per aprire gli atelier degli artisti alle visite di curiosi e collezionisti. Ora si pensa e si gioca in grande: il nuovo portale «vuole essere in grado di stimolare lo scambio culturale, mettendo al centro di tutto gli artisti, diversi per stile e formazione, ma accomunati dalla voglia e dalla passione di trasmettere a collezionisti e amanti dell’arte la loro visione del mondo leggiamo ancora nella presentazione del progetto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.