Il Como da oggi a Bormio con una rosa ridotta

Giacomo Gattuso 2021-2022

Cambiano i tempi e variano anche le modalità di raduni e ritiri. Una volta la lista di chi partiva per il lavoro di preparazione era praticamente incisa nella pietra, quasi inscalfibile.
Oggi si arriva e si va come nella porta girevole di un albergo. La costruzione si fa un po’ alla volta con i nuovi acquisti che si aggregano quando sottoscrivono il contratto con la squadra, e atleti che stanno lavorando e che di punto in bianco vengono destinati ad un’altra squadra.

Non fa eccezione il Como, che questa mattina parte per il ritiro di Bormio, con una rosa composta da 13 giocatori di movimento e tre portieri, più qualche elemento del settore giovanile. Un gruppo in modalità provvisoria, si potrebbe dire, che si appresta ad essere aggiornato con le mosse sul mercato della coppia Carlalberto Ludi-Dennis Wise.
L’elenco dei partenti ieri non è stato nemmeno ufficializzato dal club e sarà definito completamente stamattina, poco prima di salire sul pullman. Del gruppo dovrebbero comunque far parte i nuovi acquisti annunciati dal club, i difensori Nikolas Ioannou e Marco Varnier, e il centrocampista Moutir Chajia.

L’intenzione, ovviamente, è di fare le cose per bene con chi c’è. E così farà mister Giacomo Gattuso, confermato alla guida della squadra della sua città – un caso più unico che raro nei tornei professionistici italiani – dopo la conquista della serie B, con il primo posto nel girone A nell’ultimo campionato, ormai in archivio. Ora è infatti tempo di pensare alla nuova stagione fra i Cadetti. Il primo match ufficiale sarà però di Coppa Italia, a metà agosto, contro il Catanzaro.
Ieri gli azzurri si sono trovati allo stadio per i primi test prima di lasciare le rive del Lario per raggiungere la località della Valtellina.
L’occasione è stata propizia per ascoltare le parole del mister e di tre protagonisti dello scorso torneo, il capitano Luca Crescenzi, Davide Bertoncini e Tommaso Arrigoni.

«Le sensazioni sono molto positive e da parte di tutti c’è grande carica – ha detto Gattuso – Si ricomincia in una serie B che ci siamo conquistati con fatica, voglia e determinazione. Il mercato? Ho chiesto giocatori forti e motivati. Le mie indicazioni sono state sotto il profilo tecnico, tattico e caratteriale. L’obiettivo è avere almeno due elementi per ogni ruolo».
L’allenatore si è poi soffermato sull’ultimo acquisto degli azzurri, il belga Moutir Chajia, che era con lui qualche anno fa al Novara: «Un elemento molto forte nell’uno contro uno, bravo a saltare l’uomo, che deve migliorare nelle fase realizzativa».
L’obiettivo indicato dal tecnico è «la salvezza», mentre lo schema della sua formazione «sarà quello dello scorso anno, un 4-4-2 o un 4-2-3-1. Poi nel corso della stagione vedremo se e come potrà essere fatto qualche cambiamento in corsa».
Un Como a cui servirà un salto di qualità: «Dovremo alzare l’asticella – ammette l’allenatore – Speriamo avvero di poter avere il supporto dei nostri tifosi, che ci sono sempre stati vicini, anche lo scorso anno, quando le porte degli stadi erano chiusi, ma non hanno mai fatto mancare il loro sostegno, soprattutto nei momenti di difficoltà, quando c’è stato fin troppo accanimento verso un gruppo che non lo meritava».
Per Giacomo Gattuso, nella foto sopra, sarà un anno impegnativo, visto che dovrà sostenere il cosiddetto “supercorso” d’allenatore a Coverciano. Lo stesso mister ha rivelato un aneddoto simpatico. «Chi avrebbe mai detto, un anno fa, di essere qui a parlare di serie B? Basti pensare che avevo prenotato a dicembre le vacanze, in anticipo, con la mia famiglia, con partenza il 16 luglio. Loro andranno via comunque, io sarò al lavoro a Bormio».

«Lo scorso torneo è stato esaltante – ha affermato il capitano Luca Crescenzi – ma ora è necessario resettare tutto. Abbiamo ottenuto una bellissima promozione e abbiamo raccolto i frutti del nostro lavoro in una stagione in cui il gruppo è stato rafforzato da tanti eventi negativi. Ora ogni cosa va resettata per ripartire con ancora maggiore determinazione».
Arrigoni e Bertoncini, dal canto loro, hanno sottolineato che il nuovo campionato sarà «difficile ed imprevedibile» e che il Como «sarà pronto a dare battaglia». Arrigoni ha poi indicato quelle che a suo giudizio sono le formazioni in questo momento più accreditate per la lotta di vertice: «Parma, Monza, Lecce e Frosinone».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.