Il direttore della Dia Giuseppe Governale in visita a Cantù

Intitolazione della biblioteca civica di Como a Paolo Borsellino. Giuseppe Governale

Le infiltrazioni mafiose sono una realtà anche nel territorio comasco. Ormai da tempo, E gli ultimi recenti e drammatici casi di Cantù hanno spinto Giuseppe Governale, direttore della Dia « passare proprio da Cantù, prima di arrivare a Como per l’intitolazione a Paolo Borsellino», ha detto Governale. «La realtà della provincia di Como non è paragonabile al sud dove le organizzazioni mafiose controllano il territorio. Qui non accade ma agiscono infiltrandosi e cercando di fare affari. Quello che è importante è reggere l’urto infiltrazione affermando il senso civico», ha spiegato Governale. «E se Cosa Nostra sta vivendo un momento di minore vitalità invece l’ndrangheta è sempre più melliflua con affiliati insospettabili come avvocati e professionisti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.