Il direttore generale dell’Asst Lariana: «Menaggio non sarà depotenziato»

L'ospedale di Menaggio (foto Nassa)

«L’ospedale di Menaggio resterà un presidio per acuti e manterrà il Pronto soccorso su 24 ore». È la linea d’azione annunciata dal nuovo direttore generale dell’Asst Lariana Fabio Banfi, ieri mattina a Menaggio per incontrare i sindaci Michele Spaggiari (Menaggio), Piera Antonella Mazza (Carlazzo) e Mario Pozzi di Centro Valle Intelvi, Lucas Maria Gutierrez, direttore generale dell’Ats Insubria, e i dipendenti del presidio. Il direttore generale ha poi visitato la struttura e le sedi dei servizi territoriali.

Dal primo gennaio infatti sono tornati a far parte dell’Asst Lariana l’ospedale “Erba-Renaldi” di Menaggio e i servizi socio sanitari e psichiatrici del Medio Lario. L’obiettivo è arrivare a predisporre il piano di riorganizzazione nei prossimi tre mesi, dopo un’analisi delle criticità e dei punti di forza A breve intanto saranno avviati una serie di incontri nel presidio e sarà attivato un tavolo permanente con le rappresentanze politico-istituzionali del territorio, l’Ats e le altre strutture sanitarie della zona in un’ottica di rete.

«L’ospedale di Menaggio – ha dunque detto Banfi – manterrà la sua vocazione di presidio per acuti e non sarà derubricato o depotenziato. Manterrà anche il Ps operativo sulle 24 ore, alla luce anche degli oltre 10mila accessi registrati nel 2018».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.